Apri il menu principale

DescrizioneModifica

DimensioniModifica

Al genere Cistugo appartengono pipistrelli di piccole dimensioni, con lunghezza della testa e del corpo tra 40 e 47 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 29,4 e 39 mm, la lunghezza della coda tra 33 e 51 mm e un peso fino a 9 g.[1]

Caratteristiche craniche e dentarieModifica

Il cranio è simile a quello del genere Myotis, con la scatola cranica meno bombata e il rostro meno schiacciato lateralmente. Il terzo premolare ha un'insolita cuspide interna anteriore ben sviluppata. I canini sono relativamente corti.

Sono caratterizzati dalla seguente formula dentaria:

3 3 1 2 2 1 3 3
3 3 1 3 3 1 3 3
Totale: 38
1.Incisivi; 2.Canini; 3.Premolari; 4.Molari;

AspettoModifica

Le parti superiori variano dal color miele al bruno-nerastro brizzolato, mentre le parti inferiori sono più chiare. Le orecchie sono di medie proporzioni ed appuntite, con il trago più corto della metà del padiglione auricolare e più largo rispetto a quello delle forme del genere Myotis. Sulle membrane alari, davanti al gomito, sono presenti diverse caratteristiche masse ghiandolari biancastre, che secernono una sostanza dall'odore di muschio. La coda è lunga e si estende leggermente oltre l'ampio uropatagio.

DistribuzioneModifica

Il genere è diffuso nell'Africa meridionale.

TassonomiaModifica

Il genere comprende 2 specie.[2]

Cistugo lesueuri
Cistugo seabrae

Recenti studi filogenetici hanno evidenziato una distanza genetica di questo genere dagli altri Vespertilionidi, proponendo la creazione di una famiglia distinta, Cistugidae, all'interno della superfamiglia Vespertilionidea.[3]

NoteModifica

  1. ^ Novak, 1999.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Cistugo, in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Justin B.Lack, Zachary P.Roehrs, Craig E.Stanley Jr., Manuel Ruedi & Ronald A.Van Den Bussche, Molecular phylogenetics of Myotis indicate familial-level divergence for the genus Cistugo (Chiroptera), in Journal of Mammalogy, vol. 91, nº 4, 2010, pp. 976-992.

BibliografiaModifica

  • Ronald M. Novak, Walker's Mammals of the World, 6th edition, Johns Hopkins University Press, 1999. ISBN 9780801857898

Altri progettiModifica

  Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi