La civada è una piccola vela quadra inserita sull'omonimo pennone, al disotto del bompresso, comune nei vascelli del XVII e XVIII secolo. È così denominata per l'analogia della sua forma originaria con il sacco d'avena (in provenzale civadiera), che si appendeva sotto il muso dei cavalli[1].

All'inizio del XIX secolo le vele quadre del bompresso non furono più utilizzate e al pennone di civada fu destinata la funzione di dare angolatura opportuna alle manovre fisse di ritenuta laterale dell'albero di bompresso.

NoteModifica