Claude de la Sengle

Claude de la Sengle (1494Medina, 18 agosto 1557) è stato Gran Maestro dell'ordine di Malta dall'11 settembre 1553 sino alla propria morte.

Claude de la Sengle

Suo successore sarà il famoso Jean Parisot de la Valette.

VitaModifica

Nativo francese, de la Sengle, divenne Balì della Langue d'Aubusson. Venne coinvolto numerose volte nelle battaglie dei corsari turchi e del Capitano corsaro Targut Reis nel Mar Mediterraneo e nel nordafrica, specialmente negli assedi di Djerba e Tripoli.

De la Sengle diede un consistente apporto all'assetto militare di Malta, in particolare dal 1554 con lo sviluppo della città di Senglea, che da lui prese il nome e {che ottenne di poter portare sul proprio gonfalone cittadinoi lo stemma di famiglia di Claude de la Sengle. Egli ingrandì anche il forte San Michele con grandi bastioni e completò il forte di Sant'Elmo, iniziato dal suo predecessore, Juan de Homedes.

De la Sengle morì a Notabile, come era nota in quel tempo la città di Medina il 18 agosto 1557 e venne sepolto nella cappella del forte Sant'Angelo. Il suo cuore venne sepolto nella Chiesa dell'Annunciazione, presso Rabat, sull'Isola di Malta.

OnorificenzeModifica

  Gran Maestro e Balì di Gran Croce del Sovrano Militare Ordine di Malta

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN23296365 · Europeana agent/base/1207 · GND (DE13230791X · CERL cnp00865936 · WorldCat Identities (ENviaf-23296365
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie