Clearview AI

società di riconoscimento facciale statunitense
Clearview AI
Logo
StatoStati Uniti Stati Uniti
Forma societariaSocietà per azioni
Fondazione2017
Fondata daHoan Ton-That
Richard Schwartz
Sede principaleManhattan
SettoreRiconoscimento facciale
Sito webclearview.ai

Clearview AI è una società con sede legale negli Stati Uniti, operante nel settore IT che fornisce software di riconoscimento facciale, il quale - stando a quanto sostiene l'azienda stessa - viene commercializzato principalmente per le forze dell'ordine. La società ha sviluppato una tecnologia in grado di abbinare volti a un database di oltre tre miliardi di immagini estratte da Internet, soprattutto, ma non solo, le piattaforme di interazione sociale.[1][2] Fondata da Hoan Ton-That e Richard Schwartz, l'azienda ha mantenuto un basso profilo fino alla fine del 2019, quando è stato segnalato il suo utilizzo da parte delle forze dell'ordine.[3][4]

Nel gennaio 2020, Twitter ha inviato una lettera di Cease and desist e ha, altresì, richiesto la cancellazione di tutti i dati sinora raccolti.[5] Questo esempio è stato seguito da parte di YouTube (tramite Google) e Facebook a febbraio.[6] Clearview sostiene di vendere l'accesso al suo database a oltre 600 forze dell'ordine nel Nord America per risolvere casi come la pedofilia.[7][8][9] Tuttavia, contrariamente alle affermazioni di Clearview (secondo cui il suo servizio viene venduto solo alle forze dell'ordine), un accesso non autorizzato ai suoi server, all'inizio del 2020 ha rivelato come numerose organizzazioni commerciali erano nell'elenco dei clienti di Clearview.[10]

StoriaModifica

L'Huffington Post collegava Smartchekr come probabilmente fondato da Pax Dickinson, Chuck Johnson, Richard Schwartz e Hoan Ton-That, tutti attivi sul canale Slack WeSearchr di Dickinson, che l'HuffPost ha etichettato come una "cricca di estrema destra".[11]

Strategia di marketingModifica

La strategia di marketing di Clearview è basata sull'assunto che la loro tecnologia di riconoscimento facciale ha portato a una riduzione della criminalità. Oltre ad aver identificato terroristi. L'identificazione di quest'ultimi è stata inoltrata al quartier generale del dipartimento di polizia di New York, ma quest'ultimo ha dichiarato di non aver utilizzato quest'informazione per identificare gli indagati, sottolineando di non avere alcun rapporto istituzionale con Clearview, sebbene alcuni poliziotti lo utilizzino.[12][13][14] Clearview afferma di aver risolto altri due casi a New York e 40 "cold case", affermando in seguito di averli inoltrati agli uffici competenti.[3]

Alla compagnia è stato inviato un Cease and desist anche dall'ufficio del procuratore generale del New Jersey Gurbir Grewal, dopo aver incluso un video promozionale sul suo sito Web con le immagini dello stesso Grewal. Clearview ha affermato che la sua applicazione ha avuto un ruolo in un'azione della polizia del New Jersey, inoltre Grewal ha confermato di aver utilizzato l'applicazione per identificare un pedofilo. L'utilizzo di Clearview è stato vietato in tutte le 21 contee del New Jersey e il procuratore ha dichiarato che "dobbiamo avere una piena comprensione di ciò che sta accadendo e garantire che vi siano adeguate garanzie" prima di utilizzare prodotti simili. Tor Ekeland, un avvocato di Clearview, ha confermato che il video di marketing è stato rimosso lo stesso giorno.[13][15][16]

Clearview sostiene che la loro tecnologia non è destinata al grande pubblico, ma è pensata esclusivamente per le forze dell'ordine, ma il loro materiale di marketing ha incoraggiato gli utenti a "scatenarsi" con il suo utilizzo, suggerendo di cercare familiari, amici e celebrità. Clearview ha anche indicato che potenziali clienti erano le compagnie di sicurezza private e che la loro applicazione era commercializzata anche nei casinò attraverso Jessica Medeiros Garrison, di Clearview.[17] Clearview ha anche pianificato l'espansione in molti paesi, tra cui Brasile, Colombia e Nigeria, Paesi che Buzzfeed ha definito "regimi autoritari" tra cui Emirati Arabi Uniti, Qatar e Singapore, oltre a Italia, Grecia e Paesi Bassi, paesi europei che devono sottostare al GDPR.[18]

Accuratezza del softwareModifica

Stando ai documenti di Clearview, l'applicazione avrebbe una precisione che oscilla tra il 98,6% e il 100% mentre il loro intervallo di confidenza standard è fissato al 99,6%. Clearview ha fornito al dipartimento di polizia di North Miami un documento, dell'ottobre 2019, dove indicava che utilizzava un protocollo basato sulla metodologia progettata da ACLU per testare Amazon Rekognition. Jacob Snow dell'ACLU ha risposto, affermando che il test di Clearview "non potrebbe essere più diverso dal lavoro dell'ACLU", sottolineando i difetti di precisione e la mancanza della reale metodologia e di pregiudizio razziale obiettando le conclusioni di Clearview e sottintendendo che l'ACLU considera Clearview uno "strumento di sorveglianza pericoloso e non testato".[19][20][21][22]

Perdita di datiModifica

Nel febbraio 2020, numerose fonti hanno riferito che Clearview AI ha subito un attacco informatico, rendendo così pubblico il suo elenco clienti. L'avvocato di Clearview, Tor Ekeland, ha dichiarato che il problema è stato corretto.[23][24]

Fondatori e collaboratoriModifica

Tra gli investitori di Clearview si incontra Peter Thiel, un noto "appassionato della sorveglianza" che ha investito $ 200.000 solo nel suo primo finanziamento,[25] insieme a Naval Ravikant,[3] e RIT Capital Partners.[26]

Hoan Ton-That ha lavorato come sviluppatore di software prima di fondare Clearview AI. Ton-That è diventato noto per la prima volta nel 2009, quando ha creato ViddyHo, un sito Web che ha spammato i contatti degli utenti ed è stato descritto come phishing o worm.[14][27][28][29][30][31] Ton-That ha negato la creazione di un sito di phishing scaricando la colpa su un bug del software.[32] Ha quindi creato fastforwarded.com, un sito di phishing simile.[32]

Invece, Richard Schwartz - cofondatore di ClearView AI - si è laureato presso la Columbia University e la New York University, in Storia e Scienze Politiche. Ha iniziato la sua carriera lavorando per Henry Stern, quando Stern era membro del Consiglio di New York City. Schwartz ha continuato a lavorare con Stern durante il suo mandato come commissario per i parchi di New York durante l'amministrazione Ed Koch di New York.[33] Schwartz contribuì notevolmente al restauro dei parchi di New York City anni '80 e continuò il servizio pubblico sotto il sindaco David Dinkins. È stato nominato consigliere del sindaco di New York Rudy Giuliani negli anni '90. Schwartz è autore del programma di riforma del welfare "Work Experience Program". Schwartz ha fondato "Opportunity America", un servizio di abbinamento professionale per i beneficiari del welfare, un giorno dopo aver lasciato il servizio pubblico nel 1997. È stato redattore editoriale al New York Daily News negli anni 2000, dove è stato selezionato per tre premi Pulitzer . Ton-That e Schwartz si sono incontrati al Manhattan Institute .[1][2][34][35]

Clearview AI ha assunto Paul Clement, ex avvocato generale ed ex procuratore generale degli Stati Uniti, il quale agisce per contribuire a mitigare i problemi di privacy.[1][2]

Clearview assunse anche Jessica Medeiros Garrison, la quale gestì la campagna repubblicana del procuratore generale dell'Alabama di Luther Strange, che poi divenne capo consigliere e vice procuratore generale l'anno successivo. Ha citato in giudizio con successo il blogger Roger Shuler per diffamazione legata a lei e Luther Strange.[1][2][36][37][38] In un caso giudiziario, relativo a violazioni del finanziamento della campagna da parte del senatore democratico dell'Alabama Lowell Barron, gli avvocati di Barron hanno accusato Strange di pagare $ 350.000 a Garrison. Garrison è stato in seguito il direttore dell'Associazione Generale degli Avvocati Repubblicani (RAGA) durante un periodo in cui era coinvolto nell'invio di fondi neri a Luther Strange, restituiti dopo che la transazione venne scoperta, avendo violato il diritto finanziario della campagna dell'Alabama.[39] Garrison ha anche lavorato per Balch & Bingham fino a maggio 2017. Balch & Bingham è uno studio legale strettamente associato alla carriera politica di Jeff Sessions e anche uno dei suoi maggiori donatori.[40]

Utilizzo da parte di privati cittadiniModifica

The New York Times ha descritto l'uso iniziale dell'applicazione Clearview come "un giocattolo segreto per ricchi", descrivendolo come un vantaggio dato ai potenziali investitori nel loro turno di raccolta fondi. Il miliardario John Catsimatidis, amico di Richard Schwartz, lo usò per identificare una persona con cui sua figlia usciva per "assicurarsi che non fosse un poco di buono" e anche in uno dei suoi negozi di alimentari della catena Gristedes, a New York City, per identificare dei taccheggiatori. L'investitore Hal Lambert di Point Bridge Capital ha detto di avere l'applicazione e di averla mostrata ad amici. L'investitore David Scalzo, fondatore di Kirenaga Partners, ha dichiarato che le sue "figlie adolescenti si divertono a giocare con l'app". Doug Leone, un potenziale investitore di Sequoia Capital, ha avuto accesso all'applicazione, accesso revocato dopo che Sequoia Capital ha rifiutato di investire in essa. L'attore e produttore televisivo Ashton Kutcher ha descritto un'app, nel settembre 2019, che probabilmente era Clearview. Dopo aver testato Clearview per la verificarne l'accuratezza, Nicholas Cassimatis è stato autorizzato a continuare a utilizzare l'app e ha descritto la sua performance alle persone presenti "come un trucco da prestigiatore".[41]

Il famoso "re dei troll" di estrema destra Charles C. Johnson aveva un account su Clearview e lo usava. Mike Cernovich aveva twittato una foto di Johnson e Ton-That che cenavano insieme nel 2016.[26][42]

Tor Ekeland, che fornisce servizi legali a Clearview, è stato elencato come proprietario di un account.[26]

Un account per Palmer Luckey, collegato con Oculus Rift e Anduril Industries, ha effettuato oltre 20 ricerche.[26]

Utilizzo di Clearview AI durante la pandemia di coronavirusModifica

Il 17 marzo 2020, il Wall Street Journal dichiarò che Clearview AI stava lanciando la propria tecnologia agli stati per l'uso di tracciamento dei contatti per aiutare le gestione della pandemia di coronavirus.[43][44] The Next Web afferma che questo sforzo offre a Clearview "la possibilità di restaurare la sua reputazione".[45]

L'esperto di cybersecurity, Josephine Wolff, parlò a chiare lettere di Clearview in un editoriale per il New York Times dicendo che "l'impegno del governo degli Stati Uniti con la società di riconoscimento facciale Clearview AI sul monitoraggio per il coronavirus è particolarmente preoccupante - e che - ogni singolo bit prodotto da quella società è pericoloso, invasivo e inutile come lo era prima della diffusione del coronavirus."[46]

NoteModifica

  1. ^ a b c d (EN) Kashmir Hill, The Secretive Company That Might End Privacy as We Know It, in The New York Times, 18 gennaio 2020, ISSN 0362-4331 (WC · ACNP). URL consultato il 9 aprile 2020.
  2. ^ a b c d Clearview: l'azienda segreta in grado di cancellare la tua privacy, su peacelink.it, 26 febbraio 2020. URL consultato il 9 aprile 2020.
    «Traduzione in lingua italiana dell'articolo di Kashmir Hill, pubblicato sul The New York Times il 18 gennaio 2020.»
  3. ^ a b c Clearview AI Says Its Facial Recognition Software Identified A Terrorism Suspect. The Cops Say That's Not True., su BuzzFeed News, 23 gennaio 2020. URL consultato il 9 aprile 2020.
  4. ^ (EN) Law enforcement is using a facial recognition app with huge privacy issues, su Engadget. URL consultato il 9 aprile 2020.
  5. ^ (EN) Twitter demands AI company stops 'collecting faces', su BBC News, 23 gennaio 2020. URL consultato il 9 aprile 2020.
  6. ^ (EN) Alfred Ng, Clearview AI hit with cease-and-desist from Google, Facebook over facial recognition collection, su CNET. URL consultato il 9 aprile 2020.
  7. ^ (EN) Kashmir Hill, Clearview's Facial Recognition App Is Identifying Child Victims of Abuse, su The New York Times, 7 febbraio 2020. URL consultato il 9 aprile 2020.
  8. ^ (EN) Google tells facial recognition startup Clearview AI to stop scraping photos, su Engadget. URL consultato il 9 aprile 2020.
  9. ^ Thomas Smith, I Got My File From Clearview AI, and It Freaked Me Out, su OneZero, 23 marzo 2020. URL consultato il 9 aprile 2020.
  10. ^ (EN) Clearview’s Facial Recognition App Has Been Used By The Justice Department, ICE, Macy’s, Walmart, And The NBA, su BuzzFeed News, 27 febbraio 2020. URL consultato il 9 aprile 2020.
  11. ^ Luke O'Brien, Far-Right Extremists Helped Create The World's Most Powerful Facial Recognition Technology, su HuffPost, 7 aprile 2020. URL consultato il 9 aprile 2020.
  12. ^ (EN) How NYPD's facial recognition software ID'ed subway rice cooker kook, su New York Post. URL consultato il 9 aprile 2020.
  13. ^ a b New Jersey Bars Police From Using Clearview Facial Recognition App, su nytimes.com. URL consultato il 9 aprile 2020.
    «"Abbiamo ricevuto la lettera del procuratore generale e stiamo rispettando", ha dichiarato Tor Ekeland, avvocato di Clearview. "Il video è stato rimosso."»
  14. ^ a b Rogue NYPD cops are using facial recognition app Clearview, su New York Post. URL consultato il 9 aprile 2020.
  15. ^ New Jersey cops told to halt all use of controversial facial-recognition technology, su nj. URL consultato il 9 aprile 2020.
  16. ^ Cease and Desist (PDF), su int.nyt.com. URL consultato il 9 aprile 2020.
  17. ^ G2E: New generation of facial recognition enhances security, raises questions - CDC Gaming Reports, su CDC Gaming Reports. URL consultato il 9 aprile 2020.
  18. ^ Clearview AI Wants To Sell Its Facial Recognition Software To Authoritarian Regimes Around The World, su BuzzFeed News. URL consultato il 9 aprile 2020.
  19. ^ The ACLU Called Clearview AI's Facial Recognition Accuracy Study "Absurd", su BuzzFeed News. URL consultato il 9 aprile 2020.
  20. ^ Caroline Haskins (BuzzFeed), Clearveiw Ai Accuracy Test Oct 2019, su documentcloud.org. URL consultato il 9 aprile 2020.
  21. ^ Jacob Snow, Hey Clearview, Your Misleading PR Campaign Doesn't Make Your Face Surveillance Product Any Less Dystopian, su ACLU, 10 febbraio 2020. URL consultato il 9 aprile 2020.
  22. ^ ACLU rejects Clearview AI's facial recognition accuracy claims, su Engadget. URL consultato il 9 aprile 2020.
  23. ^ (EN) Kate Cox, Secretive face-matching startup has customer list stolen, su Ars Technica, 26 febbraio 2020. URL consultato il 9 aprile 2020.
  24. ^ (EN) Betsy Swan, Facial-Recognition Company That Works With Law Enforcement Says Entire Client List Was Stolen, in The Daily Beast, 26 febbraio 2020. URL consultato il 9 aprile 2020.
  25. ^ (EN) Aaron Mak, Clearview's Terrifying Facial Recognition Can't Go Back in the Bottle, su Slate Magazine, 7 febbraio 2020. URL consultato il 9 aprile 2020.
  26. ^ a b c d Clearview AI Handed Its Facial Recognition App To A Former Trump Staffer, A Troll, And Conservative Think Tanks, su BuzzFeed News. URL consultato il 9 aprile 2020.
  27. ^ The person behind a privacy nightmare has a familiar face, su SFChronicle.com. URL consultato il 9 aprile 2020.
  28. ^ Phishing Attacks Increase After Gmail Outage, su Redorbit. URL consultato il 9 aprile 2020.
  29. ^ Gabriel Snyder, ViddyHo Worm Sweeping Through IM, su Gawker. URL consultato il 9 aprile 2020.
  30. ^ Owen Thomas, Was an 'Anarcho-Transexual Afro-Chicano' Behind the IM Worm?, su Gawker. URL consultato il 9 aprile 2020.
  31. ^ Internet Worm Linked to San Francisco Man | News | The Harvard Crimson, su thecrimson.com. URL consultato il 9 aprile 2020.
  32. ^ a b Owen Thomas, 'Anarcho-Transexual' Hacker Returns with New Scam Site, su Gawker. URL consultato il 9 aprile 2020.
    «Fastforwarded.com»
  33. ^ (EN) John Krinsky e Maud Simonet, Who Cleans the Park?, in Google Books, 24 marzo 2017, ISBN 978-0-226-43558-9.
  34. ^ A Maximus Postscript | The Village Voice, su villagevoice.com. URL consultato il 9 aprile 2020.
  35. ^ The Welfare Estate, su City Limits, 1º giugno 1999. URL consultato il 9 aprile 2020.
  36. ^ Shelby County blogger ordered to pay $3.5 million, su al. URL consultato il 9 aprile 2020.
  37. ^ Ex-AG staffer on affair accusations, $3.5 mill ruling, su al. URL consultato il 9 aprile 2020.
  38. ^ Jessica Garrison Fights Back Against Roger Shuler's, su marieclaire.com. URL consultato il 9 aprile 2020.
  39. ^ Return to sender: Strange campaign gives back $50,000 after questions about PAC transfer, su al. URL consultato il 9 aprile 2020.
  40. ^ Will Jeff Sessions's Balch connections hang up corruption probe?, su al. URL consultato il 9 aprile 2020.
  41. ^ Before Clearview Became a Police Tool, It Was a Secret Plaything of the Rich, su nytimes.com. URL consultato il 9 aprile 2020.
  42. ^ NYT: Billionaire with ties to St. Petersburg tested facial recognition app, su Tampa Bay Times. URL consultato il 9 aprile 2020.
  43. ^ Kirsten Grind, To Track Virus, Governments Weigh Surveillance Tools That Push Privacy Limits, su WSJ, 17 marzo 2020. URL consultato il 9 aprile 2020.
  44. ^ Alfred Ng, Governments could track COVID-19 lockdowns through social media posts, su CNet, 25 marzo 2020.
  45. ^ Thomas Macaulay, Snowden warns: The surveillance states we’re creating now will outlast the coronavirus, su Neural | The Next Web. URL consultato il 9 aprile 2020.
  46. ^ Josephine Wolff, Opinion | How to (Carefully) Use Tech to Contain the Coronavirus, su nytimes.com, 25 marzo 2020. URL consultato il 9 aprile 2020.

Collegamenti esterniModifica