Apri il menu principale

La cocolla è l'abito monastico, che è composto da un'ampia cappa chiusa, con o senza maniche e con il cappuccio.

Indice

EtimologiaModifica

Il termine deriva dal latino cuculla.

Cenni storiciModifica

Ideato nell'epoca del monachesimo di esso racconta Cornelio Agrippa dove satiricamente disse che fu il diavolo stesso il primo ad indossarla nel tentativo di ingannare Gesù nel deserto[1].

Secondo la regola cluniacense in uso all'abbazia di Farfa nel secolo XI, si trattava di una tunica lunga sino ai piedi, aderente ma comoda abbastanza da poter far entrare entrambi i gomiti, e da indossare sopra il saio[2].

NoteModifica

  1. ^ Historia n.271 settembre 1980, Industrie grafiche Cino del Duca, pag.78
  2. ^ Edmond Pognon, "La vita quotidiana nell'anno mille", R.C.S. Libri, Milano, 1998

Voci correlateModifica

  Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cattolicesimo