Compensatore

Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Compensatore (disambigua).

Il compensatore è contenuto in strumenti topografici come il livello o il teodolite.

Ha la funzione di rendere orizzontale l'asse di collimazione dello strumento (retta che unisce il centro del reticolo con il centro dell'obbiettivo) in modo automatico, minimizzando quindi gli errori da parte dell'operatore.
È costituito da un sistema di prismi, un sistema pendolare, e uno smorzatore di oscillazioni.

FunzionamentoModifica

Ogni compensatore ha un campo d'applicazione, di circa 15".
È quindi necessario portare manualmente l'asse di collimazione prossimo all'orizzontale.
Questo si fa centrando la livella dello strumento.
In questo modo si è entrati nel campo d'azione del compensatore che ora può entrare in funzione e assicurare l'orizzontalità dell'asse con una miglior precisione.
Lo smorzatore d'oscillazioni serve a non avere disturbi nelle letture e a non dover attendere a lungo per la stabilizzazione dei pendoli.

Nelle misurazioni, permane sempre un errore residuo di rettifica, proporzionale alla sensibilità del compensatore, che generalmente varia da 0.2" a 0.5".

Voci correlateModifica

  Portale Metrologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di metrologia