Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Coriocarcinoma
Specialitàgynecologic oncology
Classificazione e risorse esterne (EN)
ICD-O9100/3
ICD-9-CM181
MeSHD002822
MedlinePlus001496

Il coriocarcinoma è una forma tumorale del trofoblasto solitamente della placenta. Può essere presente anche in altri tessuti quali l'utero o più raramente il testicolo.[1]

Metastatizza facilmente per via ematogena e linfatica.

EpidemiologiaModifica

Di forma molto rara, anche più del tumore del seno endodermico, le dimensioni sono notevoli, si mostra solitamente nelle donne in età avanzata.[2] Per quanto riguarda le gravidanze si mostra 1 caso su 40.000 gestazioni normali, fra le varia forme quella della placenta risulta la più rara.[3] Nelle donne il 24% dei casi si sviluppa dopo il parto, 25% dopo l'aborto spontaneo e più raramente, nel 5% dei casi dopo una gravidanza ectopica.[4]

Nel 50% rappresenta l'evoluzione maligna di una mola completa.

SintomatologiaModifica

Fra i sintomi e i segni clinici ritroviamo dolore addominale, elevata produzione di hCG, sanguinamento.

EsamiModifica

A volte il coriocarcinoma si mostra con altre forme tumorali rendendo difficoltoso un esatto riconoscimento (ovvero la diagnosi) dello stesso.[5]. Oltre al dosaggio dell'hCG, si esegue una RX per valutare eventuali metastasi (se RX negativa, si fa una TC per sicurezza)

TerapiaModifica

Si prevede come trattamento l'utilizzo di chemioterapia, radioterapia e come intervento chirurgico l'escissione.[6]

StadiazioneModifica

Stadio I: confinato all'utero

Stadio II: si estende oltre l'utero, ma è confinato alla pelvi

Stadio III: Metastasi polmonari

Stadio IV: Metastasi in altri organi (fegato, encefalo, etc.)

PrognosiModifica

Le pazienti si dividono in pazienti a basso/ad alto rischio, in base a uno score che risulti, rispettivamente, minore o maggiore di 7, secondo uno Score System ideato dalla WHO[7]

La prognosi risulta buona se viene trattato in tempo,[8] mentre, al contrario, in soggetti immunocompromessi (come nel caso di malati di AIDS) la mortalità diventa molto elevata.[9]

VeterinariaModifica

Anche se molto raramente, sono stati riscontrati casi di coriocarcinoma anche in animali, come il cane..[10]

NoteModifica

  1. ^ Kanematsu E, Kawamoto S, Yamamoto N, Takahashi Y, Iwata H, Saitoh A, Kuriyama M, Ban Y, Kawada Y., Successful management of choriocarcinoma of the testis with brain metastasis: a case report, in Hinyokika Kiyo., vol. 38, 1992, pp. 1195-1199.
  2. ^ Douglas M. Anderson, A. Elliot Michelle, Mosby’s medical, nursing, & Allied Health Dictionary sesta edizione Pag 368, New York, Piccin, 2004, ISBN 88-299-1716-8.
  3. ^ Chung C, Kao MS, Gersell D., Incidental placental choriocarcinoma in a term pregnancy: a case report, in J Med Case Reports., vol. 16, 2008, p. 330.
  4. ^ Redline, RW; Abdul-Karim, FW, Pathology of gestational trophoblastic disease, in Semin Oncol., vol. 22, 1995, pp. 96–108.
  5. ^ Pentheroudakis G, White J, Davis J, Brown I, Vasey P., Concurrent ovarian-type primary peritoneal adenocarcinoma and peritoneal choriocarcinoma. A case report and review of the literature., in Gynecol Oncol., vol. 92, febbraio 2004, pp. 697-700.
  6. ^ Kalafut M, Vinuela F, Saver JL, Martin N, Vespa P, Verity MA., Multiple cerebral pseudoaneurysms and hemorrhages: the expanding spectrum of metastatic cerebral choriocarcinoma., in J Neuroimaging., vol. 8, gennaio 1998, pp. 44-47.
  7. ^ Current FIGO staging for cancer of the vagina, fallopian tube, ovary, and gestational trophoblastic neoplasia, in International Journal of Gynecology & Obstetrics, vol. 105, nº 1, 20 febbraio 2009, pp. 3–4, DOI:10.1016/j.ijgo.2008.12.015. URL consultato il 5 febbraio 2019.
  8. ^ Sierra-Bergua B, Sánchez-Marteles M, Cabrerizo-García JL, Sanjoaquin-Conde I., Choriocarcinoma with pulmonary and cerebral metastases., in Singapore Med J., vol. 49, 2008.
  9. ^ Shah AM, Tidswell M, Prefontaine M, Skiest DJ, Pantanowitz L., Choriocarcinoma in an AIDS patient--relapsing but not fatal., in Int J STD AIDS., vol. 19, luglio 2008, pp. 496-498.
  10. ^ Poutahidis T, Doulberis M, Karamanavi E, Angelopoulou K, Koutinas CK, Papazoglou LG., Primary gastric choriocarcinoma in a dog., in J Comp Pathol., vol. 139, 1973.

BibliografiaModifica

  • Gianni Bonadonna, Gioacchino Robustelli Della Cuna, Pinuccia Valgussa, Medicina oncologica (8ª edizione), Milano, Elsevier Masson, 2007, ISBN 978-88-214-2814-2.
  • Douglas M. Anderson, A. Elliot Michelle, Mosby’s medical, nursing, & Allied Health Dictionary sesta edizione, New York, Piccin, 2004, ISBN 88-299-1716-8.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina