Costituzione dell'Artsakh

La Costituzione della Repubblica di Artsakh (in armeno Արցախի հանրապետություն Սահմանադրությունը, Artsakh Hanrapetut'yan Sahmanadrut'yuny) è la legge fondamentale dello Stato, adottata nel 2006 ed emendata nel 2017. Essa pone le basi dell'ordine legale dello Stato, elenca i diritti fondamentali di tutti gli esseri umani e dei cittadini, stabilisce le competenze del Presidente della Repubblica, del Governo, del Parlamento, del potere giudiziario, i rapporti tra questi poteri ed i principi fondamentali dell'autonomia locale.

Prima CostituzioneModifica

La prima Costituzione della repubblica de facto del Nagorno Karabakh venne adottata nel 2006 dopo aver ottenuto l'approvazione popolare per referendum. Fino a quel momento, dalla sua nascita, lo Stato non aveva una propria Carta costituzionale ma l'apparato istituzionale era regolato unicamente dalla legge ordinaria. La Costituzione comprendeva un preambolo e dodici capitoli per un totale di 142 articoli.[1]

PreamboloModifica

Noi, il popolo dell'Artsakh: pieni di spirito di libertà; realizzando il sogno dei nostri antenati e il diritto naturale delle persone a condurre una vita libera e sicura nella Patria e di crearla; dimostrando una ferma volontà di sviluppare e difendere la Repubblica del Nagorno Karabakh fondata 2 settembre 1991 sulla base del diritto di autodeterminazione e proclamata indipendente da un referendum condotto il 10 dicembre 1991; come uno Stato libero e sovrano di cittadini con uguali diritti, dove un essere umano, la propria vita e sicurezza, i diritti e le libertà sono un valore supremo; affermando la fedeltà ai principi della Dichiarazione di indipendenza della Repubblica del Repubblica del Nagorno-Karabakh, adottata il 6 gennaio 1992; ricordando con gratitudine l'eroica lotta dei nostri antenati e delle generazioni presenti per il ripristino della libertà, inchinandosi alla memoria dei caduti in una guerra imposta a noi; realizzati con il potere dell'unità di tutti gli armeni del mondo; rilanciando le tradizioni storiche dello stato in Artsakh; aspirando a stabilire relazioni di buon vicinato con tutti i popoli, prima di tutto con i nostri vicini, sulla base dell'uguaglianza, del rispetto reciproco e della convivenza pacifica; rimanendo fedeli al giusto ordine mondiale in conformità con i valori universali della legge internazionale; riconoscendo la nostra propria responsabilità per il destino della nostra patria storica prima del presente e per le generazioni future; esercitando il nostro diritto sovrano; per noi, per le generazioni a venire e per coloro che vorranno vivere in Artsakh; adottiamo e proclamiamo questa Costituzione.

IndiceModifica

N° del Capitolo Nome del Capitolo Articoli
1 Fondamenti dell'ordine costituzionale 1-16
2 Diritti umani, diritti civili, libertà e obblighi 17-60
3 Il Presidente della Repubblica 61-75
4 L'Assemblea nazionale 76-98
5 Il Governo 99-107
6 Il sistema giudiziario 108-116
7 Il Procuratore generale 117-118
8 Il difensore dei diritti umani (Ombudsman) 119-120
9 La Camera di sorveglianza 121-122
10 Le amministrazioni locali 123-132
11 Adozione della Costituzione, emendamenti, referendum 133-136
12 Disposizioni finali e transitorie 137-142

Seconda CostituzioneModifica

La prima Costituzione della repubblica del Nagorno Karabakh venne riformata nel 2017 e le modifiche sottoposte a referendum popolare. L'impianto iniziale della Carta rimase sostanzialmente invariato, seppure con trentatré articoli in più. Il sistema politico passò da parlamentare a (semi) presidenziale e la repubblica assunse il nome ufficiale di "Artsakh".[2]

PreamboloModifica

Noi, popolo dell'Artsakh; Dimostrando una forte volontà di sviluppare e difendere la Repubblica del Nagorno Karabakh istituita il 2 settembre 1991 sulla base del diritto all'autodeterminazione, e proclamata indipendente attraverso un referendum condotto il 10 dicembre 1991; affermando la fedeltà ai principi della Dichiarazione di indipendenza dello Stato del Repubblica del Nagorno Karabakh adottata il 6 gennaio 1992; evidenziando il ruolo della Costituzione adottata nel 2006 nella formazione e rafforzamento dello stato indipendente; sviluppando le tradizioni storiche della sovranità nazionale; ispirati dalla ferma determinazione della madrepatria Armenia e degli armeni in tutto il mondo a sostegno del popolo di Artsakh; rimanendo fedeli al sogno dei propri antenati di vivere e creare liberamente nella propria patria e mantenere vivo il ricordo del perito nella lotta per la libertà; esercitando il loro diritto sovrano e inalienabile; adottiamo e proclamiamo questa Costituzione.

IndiceModifica

N° del Capitolo Nome del Capitolo Articoli
1 Fondamenti dell'ordine costituzionale 1-22
2 Diritti e libertà fondamentali dell'uomo e del cittadino 23-80
3 Garanzie legislative e principali obiettivi della politica di Stato nell'ambito economico, sociale e culturale 81-86
4 Il Presidente della Repubblica 87-105
5 L'Assemblea nazionale 106-134
6 Corti e supremo Consiglio giudiziario 135-145
7 Ufficio del Pubblico ministero 146-147
8 Autogoverno locale 148-156
9 Difensore dei diritti umani 157-159
10 Camera di sorveglianza 160-161
11 Adozione della Costituzione, emendamenti e referendum 162-165
12 Disposizioni finali e transitorie 166-175

NoteModifica

Voci correlateModifica