Le Cotizie (in greco antico: Κοτύττια, Kotýttia) erano delle orgiastiche feste religiose notturne dell'antica Grecia e della Tracia, in celebrazione di Coti, dea del sesso, considerata un aspetto di Persefone.[1][2]

CelebrazioneModifica

Le Cotizie ebbero origini presso gli Edoni come celebrazione del ratto di Proserpina.[2][3] In tutta la Tracia venivano celebrate segretamente di notte sulle colline,[4][5][6][7] ed erano note per la loro oscenità.[3]

Con l'influenza dei commerci, la festa si trasferì anche ad Atene, Corinto e Chio,[1][2][7] dove la sua conoscenza divenne così diffusa che il termine "compagna di Cotizio" divenne sinonimo di "puttana".[6]

In Sicilia, i riti delle Cotizie erano molto più mondani, celebrando l'aspetto esteriore della figura di Persefone.[2][3]

NoteModifica

  1. ^ a b D. P. Simpson, Cassell's Latin Dictionary, U.S.A., Macmillan Publishing Co, 1968, p. 156, ISBN 0-02-522570-7.
  2. ^ a b c d John Bell, Bell's New Pantheon or Historical Dictionary of the Gods, Demi Gods, Heroes, Kessinger Publishing, 2003, p. 156, ISBN 0-7661-7834-X.
  3. ^ a b c Harry Thurston Peck, Harper's Dictionary of Classical Literature and Antiquities, New York, Harper & Brothers Pub, 1897, pp. 421–422.
  4. ^ A. Wilson Verity, Milton's Arcades and Comus, New York, Macmillan and Co, p. 94.
  5. ^ Charles Rann Kennedy, The Orations of Demosthenes Against Leptines, Midias, Androtian, and Aristocrates, London, Henry G. Bohn, 1856, p. 276.
  6. ^ a b James Gow, Q.horati Flacci Epodon liber, Cambridge, J. and C. F. Clay, 1895, p. 52.
  7. ^ a b Kotys, su Theoi Greek Mythology, 2008. URL consultato il 4 febbraio 2009.
  Portale Antica Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Antica Grecia