Credito chirografario

Nel diritto civile si parla di credito chirografario quando un diritto di credito non è assistito da alcuna causa legittima di prelazione.

Conseguenze per il creditoreModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Espropriazione forzata e Procedura concorsuale.

In caso di concorso tra creditori, derivante dall’inadempimento di un debitore comune, i chirografari si trovano in una posizione di netto svantaggio, poiché, ai sensi dell'art. 2741, i loro crediti potranno essere soddisfatti solo dopo il completo soddisfacimento di tutti i crediti assistiti da prelazione. Dato che questi ultimi sono spesso presenti e hanno ad oggetto i beni di maggior valore (si pensi ad un immobile sul quale la banca detiene ipoteca), la categoria dei chirografi è quasi sempre costretta ad "accontentarsi delle briciole" e non è anzi escluso che non riesca ad essere minimamente soddisfatta.

Riferimenti normativiModifica

NoteModifica


BibliografiaModifica

  • Andrea Torrente, Piero Schlesinger, Manuale di Diritto Privato, Milano, Giuffrè Francis Lefebvre, 2019
  • Francesco Gazzoni, Manuale di Diritto Privato, Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 2017.
  • Lino Guglielmucci, Diritto Fallimentare, Torino, Giappichelli, 2017.

Voci correlateModifica

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 44527
  Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto