Crodoberto (conte palatino di Clotario III)

(Reindirizzamento da Crodoberto II)

Crodoberto II[1], noto anche come Chrotberto o Roberto, (... – dopo il 678) era un nobile della Neustria.

BiografiaModifica

Era nipote di Crodoberto I, vescovo di Tours e referente di Clodoveo II, attraverso suo figlio, Lamberto I di Hesbaye († dopo il 650). Crodoberto fu cancelliere durante il regno di Clotario III, re dei Franchi in Neustria, nonché referendario. Era un contemporaneo di Ansberto di Rouen, ex cancelliere proprio di Clotario III. Crodoberto fu menzionato come conte palatino (comes palatino) il 2 ottobre 678.

Era alla corte di Clodoveo II nel 654 e si oppose a Ercinoaldo, maggiordomo di palazzo, senza successo. Sostenne Ebroino contro Leodegario, il quale quest'ultimo venne poi accecato e ucciso. Divenne conte palatino e poi cancelliere di Clotario III.

Famiglia e figliModifica

Crodoberto sposò Théodrade (Théoda) ed ebbero molti figli, anche se alcuni di questi sono probabilmente i loro nipoti:

Settipani identifica i primi quattro come i figli di un figlio senza nome di Crodoberto. Tuttavia, dato lo status di questi individui, sembra improbabile che il loro padre fosse rimasto sconosciuto. Grimberto, conte palatino, è accreditato come figlio di Crodoberto anche se ci sono poche prove a sostegno di ciò. Alcuni documenti segnalano Lamberto, conte di Hesbaye, come figlio di Crodoberto, altri come figlio di Hervé. Si ritiene che Crodoberto sia un diretto antenato dei Robertingi che governarono la Francia dall'VIII secolo fino al regno di Roberto II di Francia nell'XI secolo.

NoteModifica

  1. ^ Il numerale serve per distinguerlo da Crodoberto I
  2. ^ Hervé Pinoteau, La symbolique royale française, Ve-XVIIIe siècles, P.S.R. éditions, 2004, p. 45.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica