Cromosomi omologhi

I cromosomi omologhi sono cromosomi morfologicamente identici presenti negli organismi eucarioti. Possono essere definiti come cromosomi che in loci corrispondenti presentano gli stessi geni con le stesse informazioni.

Ogni cromosoma, sia nella mitosi sia nella meiosi (fase I), è presente in due copie di cromosomi omologhi, ognuna formata dai due cromatidi derivanti dalla duplicazione delle unità di DNA omologhe di origine materna e paterna. Tali cromosomi hanno uguali dimensioni e lo stesso numero di geni, ma non necessariamente lo stesso numero di alleli. I cromosomi omologhi codificano in ogni punto per lo stesso carattere e possedendo geni con effetto fenotipico simile hanno un alto livello di identità funzionale. Nell'essere umano vi sono 46 cromosomi distribuiti in 22 coppie di cromosomi omologhi non-sessuali (autosomi) e una coppia di cromosomi sessuali (eterosomi): XX nella femmina, XY nel maschio.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Biologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biologia