Apri il menu principale
Dichterliebe
CompositoreRobert Schumann
Tipo di composizioneCiclo di Lieder
Numero d'operaop. 48
Epoca di composizione1840
PubblicazioneLipsia, 1844
DedicaWilhelmine Schröder-Devrient
Organicovoce, pianoforte

Dichterliebe (L'amore del poeta) è il più famoso ciclo di lieder del compositore Robert Schumann. Scritto nel 1840, porta il n. di opus 48. I testi delle 16 canzoni sono tratti da poesie della raccolta Lyrisches Intermezzo di Heinrich Heine, contenuta nel Buch der Lieder.

L'operaModifica

Per i testi, Schumann lavorò sulla seconda edizione del Buch der Lieder di Heine, pubblicata nel 1837; mise in musica 20 canzoni, ma solo 16 di queste furono incluse nella prima edizione in due volumi uscita a Lipsia presso la stamperia C.F.Peters nel 1844.

Le composizioni riflettono il carattere sensibile delle poesie originali, grazie a cromatismi e pause. La lunghezza dei versi è adattata alle esigenze dell'accentuazione, anche con ripetizione di frasi e sostituzione di parole; per questa ragione Dichterliebe è un'opera diversa dal Lyrisches Intermezzo, che consiste di un prologo in versi seguito da 65 poesie. Nel prologo si racconta di un cavaliere che siede tutto il giorno con umore cupo nella propria stanzetta da poeta, mentre la notte riceve la visita della moglie, una fata con la quale danza fino all'alba. Alla fine dell'opera il cavaliere chiude tutte le "vecchie canzoni malvagie" insieme al proprio doloroso amore in un sarcofago, che dodici giganti trasporteranno sino alla riva del mare per gettarvelo.

La quasi totalità delle incisioni disponibili è per voce maschile, ma il lavoro originale è dedicato alla famosa soprano Wilhelmine Schröder-Devrient.[1]

I liederModifica

I numeri si riferiscono alla corrispondente poesia, senza titolo, del Lyrisches Intermezzo di Heine.

  1. Im wunderschönen Monat Mai (Nel meraviglioso mese di maggio) poesia n. 1
  2. Aus meinen Tränen sprießen (Dalle mie lacrime sbocciano fiori) poesia n. 2
  3. Die Rose, die Lilie, die Taube, die Sonne (La rosa, il giglio, la colomba, il sole) poesia n.3
  4. Wenn ich in deine Augen seh (Quando guardo dentro i tuoi occhi) poesia n. 4
  5. Ich will meine Seele tauchenn (Voglio immergere la mia anima nel calice del giglio) poesia n. 7
  6. Im Rhein, im heiligen Strome (Nel Reno, nel sacro fiume) poesia n. 11
  7. Ich grolle nicht (Non ti serbo rancore) poesia n.18
  8. Und wüßten's die Blumen, die kleinen (Se i piccoli fiori sapessero) poesia n. 22
  9. Das ist ein Flöten und Geigen (Musica di flauti e violini) poesia n. 20
  10. Hör' ich das Liedchen klingen (Quando sento quella canzone) poesia n. 40
  11. Ein Jüngling liebt ein Mädchen (Un giovane amava una fanciulla) poesia n. 39
  12. Am leuchtenden Sommermorgen (Un'assolata mattina d'estate) poesia n. 45
  13. Ich hab' im Traum geweinet (Ho pianto in sogno) poesia n. 55
  14. Allnächtlich im Traume (Ti vedo ogni notte in sogno) poesia n 56
  15. Aus alten Märchen winkt es (Raccontano le vecchie leggende) poesia n. 43
  16. Die alten, bösen Lieder (I vecchi canti malvagi) poesia n. 65

Incisioni di rilievoModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) E. Sackville-West, D. Shawe-Taylor, The Record Guide, Londra, Collins, 1951.

BibliografiaModifica

  • (EN) Robert Schumann, Dichterliebe : an authoritative score, historical background, essays in analysis, views and comments, a cura di Arthur Komar, New York City, W. W. Norton & Company, 1971, ISBN 0-393-09904-0. (Partiture con note e dossier storico)

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN294884210 · LCCN (ENn81093105 · GND (DE300144571 · BNF (FRcb13919004w (data) · WorldCat Identities (ENn81-093105