Apri il menu principale

Dino Chini (Borgo San Lorenzo, 1884Borgo San Lorenzo, 1960) è stato un pittore e decoratore italiano.

Indice

BiografiaModifica

 
Dino Chini, Lapide dedicata ai caduti della Grande Guerra
 
Decorazioni araldiche nel Palazzo del podestà

Nasce da Pio Chini. Dino fu decoratore e suonatore d'organo iniziando già da piccolo a lavorare col padre. Ha una ricca attività pittorica che spazia dalle decorazioni alla realizzazione di scene teatrali, dalla progettazione di arredi e anche di architetture.

Collabora anche con lo zio Leto Chini e anche se più raramente a finaco sia di Galileo Chini che di Pietro Chini (1876-1952). Nel 1908 eseguirà il riquadro per un affresco trecentesco nella chiesa di San Donato al Cistio (Vicchio) per la quale nel 1921 progetterà anche il campanile. [1]

Lavorerà anche nella chiesa di San Giovanni Maggiore a Panicaglia, realizzando una lapide ricordo dedicata ai caduti della Grande Guerra, oltre alla decorazione a finti cassettoni intorno al "Battesimo di Cristo" dipinto dal nonno Pietro Alessio Chini nell’Oratorio della Misericordia e in Sant'Omobono, sempre nel comune di Borgo San Lorenzo.

Nel 1929 disegnerà le vetrate e l’altare maggiore della chiesa di Santa Maria a Vespignano (Vicchio) e nel 1937 esegue le decorazioni araldiche per il Palazzo Podestà (Borgo San Lorenzo).

Eseguirà anche altri importanti lavori nel comune di Palazzuolo sul Senio decorando l’abside e le cappelle della Chiesa di santo Stefano con motivi floreali e anche nel Santuario a Quadalto.

Si avvalse spesso anche della collaborazione del figlio Lino Chini (1918-1986) anch’egli decoratore.

NoteModifica

  1. ^ Vedi: I Chini a Borgo San Lorenzo, storia e produzione di una manifattura mugellana, a cura di Gilda Cefariello Grosso, Opus libri 1993, ristampa aggiornata in alcune parti nel 2014, edizione Noferini, Borgo San Lorenzo (FI), p. 123.

BibliografiaModifica

  • Francesco Niccolai, Mugello e Val di Sieve Guida topografica Storico-artistica illustrata, 1914, ristampa Noferini, 2014.
  • Gilda Cefariello Grosso, Rosa Maria Martellacci, Elisa Marianini, Marco Pinelli e Vera Silvani I Chini a Borgo San Lorenzo, storia e produzione di una manifattura mugellana, a cura di Gilda Cefariello Grosso, Opus libri 1993, ristampa aggiornata in alcune parti nel 2014, edizione Noferini, Borgo San Lorenzo (FI).
  • Giseppina Carla Romby, Marco Pinelli, Francesco Apergi, Cristina Ducci, Chiara Marcotulli, Laura Paoli, Antonella Perretta e Elisa Pruno Mugello – Itinerari del ‘900, 2015, edizione Noferini, Borgo San Lorenzo (FI).
  • •Silvano Guerrini, Le opere dei Chini all'Antella. Dario, Leto, Tito Chini e Manifattura Fornaci San Lorenzo nel Cimitero monumentale della Confraternita della Misericordia, seconda edizione ampliata e rivista, Ven. Confraternita della Misericordia di S. Maria all'Antella, Tipolitografia Contini, Sesto Fiorentino (Firenze) 2012, ISBN 978-88-907741-0-2
  • Gilda Cefariello Grosso, Museo della Manifattura Chini, catalogo, Edizioni Polistampa, Firenze, 1999.
  • Elisa Marianini, La memoria dei caduti della Grande Guerra in Mugello - una ferita salvata dalla bellezza, Edizione Noferini, Borgo San Lorenzo (FI), 2015. ISBN 978-88-99386023

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica