Dino Pesole

editorialista e giornalista italiano

Dino Pesole (Roma, 28 luglio 1951) è un editorialista e giornalista italiano, scrive su Il Sole 24 Ore dal 1994. Ha ricoperto la carica di responsabile dell'ufficio stampa dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato[1].

Giornalista professionista dal 1983, ha iniziato la sua carriera all'Ansa e successivamente ha scritto per giornali come L'Indipendente e Il Corriere della Sera[1]. Si occupa di articoli riguardanti l'economia e i conti pubblici[2].

È laureato in Lettere alla Sapienza di Roma[1] ed è stato docente a contratto di giornalismo economico e giornalismo politico-parlamentare presso la stessa facoltà[3].

OpereModifica

  • Dino Pesole, La vertigine del debito : ciò che ognuno deve sapere sul disastro dei conti pubblici, Roma, Editori Riuniti, 1994, ISBN 88-359-3851-1.
  • Dino Pesole, Il debito degli italiani. Quello che ognuno deve sapere sui nostri conti pubblici, Roma, Editori Riuniti, 1996, ISBN 88-359-4039-7.
  • Dino Pesole, L'artigianato nell'economia italiana : dal dopoguerra a oggi, Milano, Il sole-24 ore libri, 1997, ISBN 88-7187-794-2.
  • Dino Pesole, I conti in regola : l'Italia alla prova della moneta unica, Milano, Il sole-24 ore libri, 2001, ISBN 88-8363-274-5.
  • Dino Pesole e Francesco Piu, Il patto : cittadini e stato: dal conflitto a una nuova civiltà fiscale, Milano, Il Sole 24 ore, 2008, ISBN 978-88-6345-002-6.
  • Dino Pesole, Il salasso : come non finire dissanguati dalle tasse : cinque mosse per cambiare il fisco, Roma, Rx, 2012, ISBN 978-88-7615-761-5. Dino Pesole Il sentiero stretto e oltre libro intervista con Pier Carlo Padoan (Il Mulino 2019). Dino Pesole e Roberto Basso, L'economia percepita, dati, comunicazione e consenso nell'era digitale (Donzelli 2019)

NoteModifica

  1. ^ a b c Dino Pesole - Radio24, su radio24.ilsole24ore.com (archiviato dall'url originale il 20 ottobre 2017).
  2. ^ Dino Pesole - Festival Internazionale del Giornalismo
  3. ^ Dino Pesole, su argomenti.ilsole24ore.com.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN21379202 · ISNI (EN0000 0000 3514 5817 · LCCN (ENn94123549 · GND (DE171288750 · WorldCat Identities (ENn94-123549