Apri il menu principale

Riguardo alle origini di Carlo mi è sembrato giusto specificare il 25 maggio che non è un figlio illegittimo ma solo nato da un patto matrimoniale che richiede allo sposo meno obblighi verso la sposa. Infatti ancora la Chiesa non era ancora riuscita a formulare a far affermare una posizione in merito, così in particolare i popoli germanici mantenevano spesso le vecchie usanze.--Maria.sorgona (msg) 10:16, 6 giu 2009 (CEST)


Attenzione, la dinastia carolingia non prende il nome da Carlo Martello, bensì da Carlo Magno. Presso gli storici la stirpe, a seconda dell'elemento della famiglia assunto come capostipite, è denominata degli Arnolfingi (da Arnolfo vescovo di Metz), dei Pipinidi (da Pipino III detto il Breve), dei Carolingi (da Carlo Magno). Vedi anche la voce Treccani relativa a "carolingio" ove si specifica <<Dei Carolingi, dinastia francese che ebbe come più illustre rappresentante Carlomagno (dal quale prese il nome);>> Demonoid

la battaglia di PoitiersModifica

la battaglia di poitiers è comunque considerata una battaglia in cui Carlo Martello arginò l'avanzata degli arabi. Da li iniziò la ritirita degli arabi dall'europa occidentali finita circa 700 anni dopo dai re di spagna. A conferma http://www.treccani.it/enciclopedia/carlo-martello/ inoltre della stessa idea è Montanelli in uno dei suoi libri se non ricordo male. Ora non ho tempo di correggere citando le dovute fonti. Andrea Macchiarelli

Ritorna alla pagina "Carlo Martello".