Apri il menu principale

Voci correlate linkate ad altre wikiModifica

Personalmente penso potrebbe essere una buona idea, da generalizzare. Ma mi risulta che in passato se ne fosse già discusso e deciso di non linkarle -- @ marius 11:37, 12 dic 2005 (CET)

Non lo sapevo, in tal caso nessun problema a togliere il link :) --Mauro 11:51, 12 dic 2005 (CET)

Da riscrivere...--Xinstalker (msg) 16:13, 7 mar 2011 (CET)

E' stato detto e scritto molto sul o sui tabù; ma risalendo all'origine e al significato della parola ( evidentemente giunta fino alle isole Tonga; agli esperti di storia, antropologia, etnologia linguistica,..., dire quando e come), tutto sarebbe da rivedere. Il termine tabù è accadico tappû che vuol dire compagno; tappûtu comunità, società, Gemeinschaft, a cui non si deve nuocere, perché si farebbe del male anche a sé stessi. Considerazione: forse gli indigeni di Tonga avranno detto a Cook e ai suoi marinai: " Voi non siete nostri tappû; venite da lontano, vi prendete i nostri beni, le nostre cose più care. Un tappû non toglierebbe a un altro tappù!". Cook, tornato in patria, avrà riferito la parola tappû come divieto ma non il perché. Ed ecco nati: l'equivoco su tabù, come proibizione, e i fiumi d'inchiostro... Non sarà, ora, tabù parlare di tappû?

( Per la voce accadica: Giovanni Semerano- Le Origini della Cultura Europea- Dizionario Etimologico della Lingua Greca sub:duo - Olschki- Editore; von Soden- Akkadisces Handwoerterbuch, 1322).

Ritorna alla pagina "Tabù".