Disposizione fiduciaria

disposizione contenuta in un testamento con la quale il de cuius dispone di cedere i propri beni ad un soggetto, con l'obbligo per questo di trasferirli successivamente ad altra persona

La disposizione fiduciaria, detta anche fiducia testamentaria, è una disposizione contenuta in un testamento con la quale il de cuius dispone di cedere i propri beni ad un soggetto, con l'obbligo per questo di trasferirli successivamente ad altra persona (già indicata dal testatore, o la cui libera scelta spetta all'apparente beneficiato).[1]

Il legislatore prevede un divieto di adire in giudizio per accertare l'esistenza di tale trasferimento apparente.[2] Tale azione è ammessa qualora il beneficiario sia un incapace.[3] Se l'interposta persona decidesse di eseguire il trasferimento del bene, non potrà più richiederne la ripetizione, salvo che per incapacità dello stesso.[4]

Riferimenti normativiModifica

NoteModifica

  1. ^ www.brocardi.it
  2. ^ Art. 627, comma I.
  3. ^ Art. 627, comma III.
  4. ^ Art. 627, comma II.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

  Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto