Apri il menu principale

Divertimento n. 1 (Mozart)

K.136-1

Il divertimento n. 1 in Re maggiore K 136 (K6 125a) venne composto da Wolfgang Amadeus Mozart a Salisburgo nei primi mesi del 1772 insieme ai divertimenti K 137 e K 138 nel periodo tra il secondo e terzo viaggio in Italia.

L'opera non è di così facile collocazione in quanto si attiene allo spirito del divertimento ma non alla sua forma; è costituito di fatto solo di tre movimenti con il secondo lento. Non si tratta neppure di un quartetto perché, sebbene sia scritto per quattro strumenti, manca del caratteristico linguaggio cameristico.

Il compositore a soli sedici anni propone in definitiva una sua scuola e un suo modello scrivendo di fatto musica sinfonica attraverso l'assemblaggio di alcuni strumenti (mancano ad esempio corni ed oboi per essere assimilato alla sinfonia italiana).

Il primo movimento (allegro), che richiede impegno virtuosistico agli esecutori, ha un impianto ritmico travolgente senza difettare di luminose melodie.

L'andante è più riflessivo ma la melodia continua a mantenere la luminosità che aveva nel primo tempo.

Il terzo tempo (presto) si apre in sordina per riecheggiare i temi già esposti nei primi due movimenti ma elaborati questa volta in chiave contrappuntistica.

Dati sull'operaModifica

Catalogo Köchel

  • K 136 (K6 125a)

Durata

  • 15 minuti

Movimenti

  • Allegro
  • Andante
  • Presto

Organico

  • 2 violini
  • viola
  • violoncello

Luogo e data di composizione

  • Salisburgo, primi mesi 1772

Luogo e data della prima esecuzione

Prime edizioni a stampa

Autografo

Altri progettiModifica

  Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica