Apri il menu principale

Donna Felicità è un brano del 1971 del gruppo I Nuovi Angeli. Sulla musica scritta da Renato Pareti, Andrea Lo Vecchio e Roberto Vecchioni scrissero il testo.

Donna Felicità
ArtistaI Nuovi Angeli
Autore/iRenato Pareti, Andrea Lo Vecchio, Roberto Vecchioni
GenerePop
Data1971
EtichettaCAR Juke box

La canzone partecipò a Un disco per l'estate 1971 entrando tra i 12 finalisti[1] e si classificò al secondo posto al Festivalbar dello stesso anno. Arrivata nel mese di agosto fino al terzo posto nella Hit Parade dei 45 giri[2], Donna Felicità fu il 23o singolo più venduto in Italia nel 1971.

Donna Felicità venne incisa anche in spagnolo (Doña felicidad) e fu un successo anche in Spagna e in sud America.

ComposizioneModifica

Nato inizialmente con il nome di Senza felicità: "Senza felicità non posso stare", fu poi variato in Donna Felicità. Il testo ha origine da un episodio particolare. Dopo essere incappati nel veto della censura per Luci a San Siro, Andrea Lo Vecchio e Roberto Vecchioni vollero sfidare nuovamente i censori con le allusioni di questo brano: Donna Felicità non ha l'amore / Donna Felicità lo vuol trovare / glielo troveremo noi / chi vuole coltivare la sua rosa? / Qui ragazzi tutti qui / vediamo chi la sposa / sposa / scommettiamo che io so a chi darà la rosa / rosa.[3]

Il brano superò indenne il controllo della commissione di censura della RAI, ma fu bloccato da quella di Sanremo che non consentì la partecipazione al Festival.

NoteModifica

  1. ^ Un disco per l'estate 1971
  2. ^ DONNA FELICITA'
  3. ^ Mi ritornano in mente, Gianfranco Giacomo D'Amato, Zona Editrice, Capitolo "Andrea Lo Vecchio"

BibliografiaModifica

  • Gianfranco Giacomo D'Amato, Mi ritornano in mente, Editrice Zona, ai capitoli "Andrea Lo Vecchio" e "Roberto Vecchioni".
  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica