Apri il menu principale

I Driopi (in greco antico: Δρύοπες) erano una tribù dell'antica Grecia. Secondo Erodoto, un tempo vivevano in un luogo chiamato Driopide (in greco antico: Δρυοπίς), compreso tra Melide e Focide, una enclave che si insinuava nella Doride.[1] Furono scacciati dai maliani e presumibilmente da Ercole, dopo che egli ne uccise il re Tiodamante; il figlio del sovrano, Ila, che era ancora un bambino, venne risparmiato e divenne poi lo scudiero-amante dell'eroe. Alcuni Driopi si rifugiarono ad Ermioni.[2] altri finirono a Styra in Eubea, a Kythnos e ad Asine in Messenia.[3] Successivamente, Tucidide identificò Caristo come Driopide, ma vicino Styra nella Ionia.[4]

NoteModifica

  1. ^ Erodoto. Storie, I, 56, VIII, 31.
  2. ^ Erodoto, Storie, VIII, 43;
  3. ^ Erodoto, Storie, VIII, 46, VIII, 73.
  4. ^ Tucidide, Storia delle guerre del Peloponneso, VII, 57.