Apri il menu principale
Eagle Mk1
Eagle Weslake T1G at Goodwood Revival 2012.jpg
La Eagle Mk1
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Anglo American Racers
Categoria Formula 1
Squadra Anglo American Racers
Progettata da Len Terry
Sostituisce Eagle T1F
Descrizione tecnica
Meccanica
Telaio Monoscocca in alluminio
Motore Gurney-Weslake V12
Trasmissione Hewland DG300 manuale a cinque rapporti
Dimensioni e pesi
Passo 2449 mm
Peso 595 kg
Altro
Carburante Shell
Pneumatici Firestorm
Risultati sportivi
Debutto Gran Premio del Belgio 1966
Piloti Dan Gurney
Palmares
Corse Vittorie Pole Giri veloci
26 1

La Eagle Mk1 è una vettura da Formula 1 realizzata dall'Anglo American Racers nel 1966.

SviluppoModifica

Concepita per partecipare al campionato del mondo del 1966, la vettura venne progettata da Len Terry per essere guidata dal pilota statunitense Dan Gurney. Ne furono creati due esemplari, uno per il pilota statunitense e l'altro destinato a vari piloti paganti.

TecnicaModifica

La vettura era dotata di un telaio monoscocca in alluminio e di un propulsore 2.7 Coventry Climax sostituito in seguito da un 3.0 Gurney-Weslake V12 da 400 cv di potenza. Le componenti dell mezzo erano state realizzate in titanio e magnesio per contenere il peso ed aumentare la resistenza alle sollecitazioni prodotte in gara.

Attività sportivaModifica

La stagione 1966 fu molto difficoltosa, in quanto il motore Climax non riusciva a stare al passo delle altre vetture. La stagione successiva andò meglio grazie all'introduzione del propulsore Weslake che consentì a Gurney di vincere il Gran Premio del Belgio 1967 e di ottenere spesso onorevoli piazzamenti in qualifica. In gara però era un'altra storia, con rotture a ripetizione, soprattutto al Nürburgring, dove Gurney è in testa al momento del ritiro. Ciò era dovuto al fatto che il motore non tollerava le grandi sollecitazioni a cui era sottoposto. L'ultimo risultato degno di nota fu un terzo posto al GP del Canada. Nel 1968o Gurney racimolò un budget appena sufficiente per disputare 5 gare, e al GP di Monza fu presa la decisione di ritirarsi dalla Formula 1.[1]

NoteModifica

  1. ^ Eagle Mk I, su f1technical.net. URL consultato il 22 luglio 2014.

Altri progettiModifica

  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1