Eclipse (cavallo)

Eclipse
Eclipse(horse).jpg
Eclipse
Nato il1 aprile 1764
Morto il26 febbraio 1789
PadreMarske
MadreSpileta
Nonno paternoRegulus
Nonno maternoGodolphin Arabian
Sessomaschio
Mantellosauro
PaeseInghilterra
AllevatoreGuglielmo, duca di Cumberland
ProprietarioWilliam Wildman/Denis O'Kelly
Fantino/guidatoreJohn Oakley
Corse disputate18
Corse vinte18

Eclipse (1 aprile 1764 - 26 febbraio 1789) è stato un cavallo da corsa britannico, discendente da Godolphin Arabian e da Regulus, per linea materna e da Darley Arabian per parte paterna, che restò imbattuto per tutta la sua carriera.

Nacque il 1º aprile 1764 nel corso di una eclisse solare, da cui derivò il suo nome. Non si conosce il luogo di nascita, ma si tratta probabilmente delle scuderie del principe Guglielmo, duca di Cumberland a Windsor. Era figlio di Marske e di Spiletta. Alla morte del Principe, nel 1765, il cavallo viene venduto per 75 ghinee ad un allevatore di montoni di Smithfield, William Wildman.

Carriera sportivaModifica

Eclipse iniziò la sua carriera Ippica all'età di 5 anni, il 3 maggio 1769 a Epsom Downs. Si suppone che sia stato in occasione di questa corsa che il capitano Denis O'Kelly utilizza un frase divenuta celebre nel Regno Unito: « Eclipse primo, gli altri inesistenti!» (Eclipse first and the rest nowhere). In quell'epoca, un cavallo che arrivava a più di 240 yard dal primo era considerato come "inesistente". Eclipse vinse la gara con grande vantaggio sugli altri, e ciò avrebbe permesso al Capitano O'Kelly di vincere la metà del cavallo (altre fonti dicono che avrebbe acquistato la sua metà per 650 ghinee). Il fantino che ha montato il cavallo nella maggior parte delle corse fu John Oakley, che probabilmente era il solo che poteva interpretare il temperamento dell'animale, che aveva la particolarità di correre con la testa molto bassa ed il naso vicino al suolo.

Eclipse vinse le 18 corse cui partecipò, surclassando sempre gli altri concorrenti.

RiproduzioneModifica

Nel 1771, Eclipse si ritira dalle competizioni per mancanza di concorrenti, infatti più nessuno osava affrontarlo. Inizia quindi la sua carriera di stallone. Genererà tra 325 e 400 puledri, a seconda delle fonti (344 è il numero dato per maggiormente probabile) tra cui alcune celebrità come: Young Eclipse, Saltram, Volunteer, Sergeant, Pot-8-os, King Fergus, Mercury, Joe Andrews, Dungannon, Alexander, Don Quixote e Pegasus. Il Royal Veterinary College di Londra ha determinato che circa l'80 % dei purosangue inglese attuali hanno Eclipse nel loro pedigree (altre fonti arrivano fino al 95 %).

 
Presunto scheletro di Eclipse.

Eclipse morì di coliche il 26 febbraio 1789 a 24 anni. Il suo scheletro è esposto al Jockey Club Museum a Newmarket, anche se non è certo che quello esposto sia proprio il suo. I suoi zoccoli sono stati trasformati in calamai, ma anche qui, sembra ci siano stati problemi, in quanto ne esistono almeno 5, (fatto strano per un quadrupede!). I crini della sua coda sono stati utilizzati come elementi decorativi.

PedigreeModifica

Eclipse Padre:
Marske
nato nel 1750
Nonno paterno:
Squirt
Bisnonno paterno1:
Bartlet's Childers
Trisnonno paterno1.1:
Darley Arabian|
Trisnonna paterna1.1:
Berry Leedes|
Bisnonna paterna1:
Snake Mare
Trisnonno paterno1.2:
Snake*
Trisnonna paterna1.2:
Grey Wilkes
Nonna paterna:
Blacklegs Mare
Bisnonno paterno2:
Blacklegs
Trisnonno paterno2.1:
Hutton's Bay Turk
Trisnonna paterna2.1:
Coneyskins Mare
Bisnonna paterna2:
Bay Bolton Mare
Trisnonno paterno2.2:
Bay Bolton
Trisnonna paterna2.2:
Fox Cub Mare
Madre:
Spilletta
nata nel 1749
Nonno materno:
Regulus
Bisnonno materno1:
Godolphin Arabian
Trisnonno materno1.1:
?
Trisnonna materna1.1:
?
Bisnonna materna1:
Grey Robinson
Trisnonno materno1.2:
Bald Galloway
Trisnonna materna1.2:
Sorella di Old Country Wench
Nonna materna:
Mother Western
nata nel 1731
Bisnonno materno2:
Easby Snake
Trisnonno materno2.1:
Snake*
Trisnonna materna2.1:
Akaster Turk mare
Bisnonna materna2:
Old Montagu mare
Trisnonno materno2.2:
Old Montagu
Trisnonna materna2.2:
Hautboy mare (Family: 12)
  • Eclipse discendeva sia per il ramo paterno che per quello materno da Snake, si trattava quindi di un Inincrocio.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh2001005595