Apri il menu principale
Edvin Adolphson

Edvin Adolphson, nome completo Gustav Edvin Adolphson (Norrköping, 25 febbraio 1893Solna, 31 ottobre 1979), è stato un attore e regista svedese.

BiografiaModifica

 
Edvin Adolphson ed Edit Rolf nel film Flygande holländaren (1925)
 
Edvin Adolphson nel 1950
 
Edvin Adolphson e Sickan Carlsson nel 1937
 
Edvin Adolphson e Åke Söderblom in Ryska snuvan (1937)

Edvin Adolphson nacque a Norrköping il 25 febbraio 1893, figlio di un fabbro e si avvicinò al mondo dell'arte recitando in piccole parti nei teatri locali, soprattutto nel teatro dei lavoratori, Arbis.[1][2]

Anche durante la sua carriera scolastica, culminata con gli studi di ingegneria a Västerås, il teatro rimase la sua grande passione e per questo motivo abbandonò la scuola.[1]

Nel 1913 entrò a far parte di una compagnia teatrale itinerante e viaggiò in tutta la Svezia.[1]

Il suo esordio nella capitale svedese avvenne nel 1918 e nel decennio successivo recitò accanto ai grandi nomi del teatro svedese: Harriet Bosse, che in seguito sposò, Ernst Rolf, Katie Rolfsen, Tollie Zellman, Erik "Bullen" Berglund e Gösta Ekman, tra gli altri.[1] I suoi autori preferiti furono Henrik Ibsen, August Strindberg, Edmond Rostand, William Shakespeare.[2]

La sua principale attività nel mondo del cinema è stata quella di interprete e nel 1923 ottenne il suo primo ruolo principale in un film, Friaren från landsvägen,[1] dopo di che tra i lavori più interessanti possiamo citare la partecipazione nel film Till Österland (1926) di Gustav Molander,[3] e nel 1929 la regia di Sei tu felicità?, una delle prime pellicole sonore svedesi.[2] Grazie a questo lavoro ricevette un'offerta dalla Paramount Pictures di dirigere film a Parigi.[1]

Negli anni trenta e anni quaranta si impegnò moltissimo con cinema e teatro, alternandoli, grazie alla sua grande passione,[1] mettendosi in evidenza per la direzione del primo film di Ingrid Bergman, Munkbrogreven (1935).[1][4]

Tre le altre sue interpretazioni rilevanti sono da menzionare: Kungliga patrasket (1945), När kärleken kom till byn (1950), Ha ballato una sola estate (1951), dove lavorò con Arne Mattsson, recitando nel ruolo dello zio,[3][5] Vägen till Klockrike (1953) e Hemsöborna (1955).[1]

L'ultima sua apparizione fu una ottima performance in Markurells i Wadköping (1968).[1]

Successivamente ha sofferto di cecità e quindi negli ultimi anni abbandonò la recitazione.[1]

Edvin Adolphson morì a Solna il 31 ottobre 1979.[6]

FilmografiaModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i j k (EN) Edvin Adolphson, su imdb.com. URL consultato il 15 febbraio 2019.
  2. ^ a b c le muse, I, Novara, De Agostini, 1964, p. 54.
  3. ^ a b Edvin Adolphson, su mymovies.it. URL consultato il 15 febbraio 2019.
  4. ^ (EN) Ingrid Bergman, su books.google.it. URL consultato il 15 febbraio 2019.
  5. ^ Edvin Adolphson, su comingsoon.it. URL consultato il 15 febbraio 2019.
  6. ^ (EN) Edvin Adolphson, su findagrave.com. URL consultato il 15 febbraio 2019.

BibliografiaModifica

  • (SV) Uno Ericson, Myggans nöjeslexikon, Höganäs, Bra Böcker, 1989.
  • (SV) Edvin Adolphson, Edvin Adolphson berättar om sitt liv med fru Thalia, fru Filmia och andra fruar, Stoccolma, Bonnier, 1972.
  • (EN) Sigurd Wallén, Gösta Stevens, Åke Dahlqvist, Eric Bengtson e Edvin Adolphson, Munkbrogreven, New York, Criterion Collection, 2018.
  • (EN) Gustaf Molander, Gösta Stevens, Ingrid Bergman, Edvin Adolphson e Aino Taube, En enda natt, New York, Fox Lorber Associates, 1998.
  • (SV) Fibben Hald, Edvin Adolphson e Stig Järrel, Från mun till mun: teaterhistorier, Stoccolma, Askild & Kärnekull, 1970.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN68562292 · ISNI (EN0000 0000 4201 6394 · LCCN (ENno99018622 · GND (DE1138933325 · WorldCat Identities (ENno99-018622