Apri il menu principale
Marchio di Conformità SEV

L'Electrosuisse è un'associazione per l'elettrotecnica, la tecnica energetica e l'informatica con sede a Fehraltorf vicino a Zurigo in Svizzera. Fa parte dell'EEPCA, associazione europea degli organismi di certificazione elettrica, unico membro della Confederazione Elvetica.[1]

Indice

StoriaModifica

L'electrosuisse nasce nel 1889 sotto il nome di "Association suisse des électriciens" (ASE - associazione svizzera degli elettricisti, o SEV), e cambia nome nel 2002 in Electrosuisse

OrganizzazioneModifica

L'associazione è suddivisa in 4 divisioni:

  • Electrosuisse - l'associazione vera e propria
  • Reti ed impianti
  • Industria e commercio
  • Ispettorato federale degli impianti a corrente forte (ESTI)

AttivitàModifica

Oggi l'associazione opera in diversi settori come verifica di reti e d'impianti, il collaudo e verifica degli apparecchi elettrici, componenti, sistemi e la taratura di sistemi di misura.

Rappresenta una delle principali associazioni tecniche svizzere nel campo della tecnologia elettronica[2] ed è il più grande ente di certificazione e verifica della Svizzera[senza fonte].

Possiede:

  • 4250 membri a titolo personale;
  • 1750 membri di tipo istituzionale o del settore[non chiaro];
  • oltre duecento dipendenti.

Electrosuisse nelle diverse lingueModifica

  • Italiano: Electrosuisse SEV Associazione per l'elettrotecnica, la tecnica energetica e l'informatica
  • Tedesco: Electrosuisse SEV Verband für Elektro-, Energie- und Informationstechnik
  • Francese: Electrosuisse SEV Association pour l'électrotechnique, les technologies de l'énergie et de l'information
  • Inglese: Electrosuisse SEV Association for Electrical Engineering, Power and Information Technologies

NoteModifica

  1. ^ Members of Archiviato il 10 novembre 2012 in Internet Archive.
  2. ^ Eidgenössisches Volkswirtschaftsdepartement, Kommission für Konjunkturbeobachtung, Revue de politique économique, vol. 78, 1-5, Département féderale de l'économie publique, 2005, p. 257. URL consultato il 25 dicembre 2012.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica