Elezioni primarie de "L'Unione" del 2005

1leftarrow blue.svgVoce principale: L'Unione.

Elezioni primarie de "L'Unione" del 2005
Stato Italia Italia
Coalizione L'Unione.svg L'Unione
Data 16 ottobre 2005
Romani Prodi daticamera.jpg Fausto Bertinotti daticamera.jpg Clemente Mastella daticamera.jpg
Candidati Romano Prodi Fausto Bertinotti Clemente Mastella
Partito L'Ulivo Rifondazione Comunista UDEUR
Voti 3 182 686
74,17 %
631 592
14,69 %
196 014
4,56 %
2012 Right arrow.svg

Le elezioni primarie de "L'Unione" si sono tenute il 16 ottobre 2005, per individuare il leader della coalizione di centrosinistra in vista delle successive elezioni politiche del 2006.

I candidati erano sette:

Avevano diritto di voto i cittadini maggiorenni o che avessero compiuto la maggiore età entro il 13 maggio 2006 (scadere della legislatura). Per accedere al voto occorreva versare la quota simbolica di un euro.

Risultati[1]Modifica

Candidato voti %
Romano Prodi 3 182 686 74,17
Fausto Bertinotti 631 592 14,69
Clemente Mastella 196 014 4,56
Antonio Di Pietro 142 143 3,28
Alfonso Pecoraro Scanio 95 388 2,22
Ivan Scalfarotto 26 912 0,62
Simona Panzino 19 752 0,46
Totale 4 294 487 100,00
Voti non validi Voti
Schede bianche 7 583
Schede nulle 9 031
Schede contestate 48
Totale 4 311 149

Esito e conseguenzeModifica

Il successo elettorale dell'Unione fu particolarmente significativo, sia per l'elevato numero dei partecipanti al voto, sia per la consistenza numerica ottenuta dal leader dell'Ulivo, Romano Prodi.

Inferiore alle aspettative fu invece il risultato ottenuto da Bertinotti: dall'esito delle primarie, infatti, il peso di Rifondazione Comunista all'interno dell'Unione si rivelò in flessione rispetto alle precedenti consultazioni elettorali.

Fu considerato soddisfacente il risultato ottenuto da Clemente Mastella, il quale, tuttavia, denunciò alcune irregolarità nello svolgimento delle primarie, sostenendo che in molti seggi della Campania, dove l'Udeur era maggiormente radicato, le schede elettorali non erano in numero sufficiente.

NoteModifica

FontiModifica

  • Risultati (PDF), su verdi.it. URL consultato il 17 gennaio 2010 (archiviato dall'url originale il 14 novembre 2007).