Eneda Tarifa

cantante albanese
Eneda Tarifa
ESC2016 - Albania Meet & Greet 04.jpg
Eneda Tarifa nel 2016
NazionalitàAlbania Albania
GenerePop
Rhythm and blues
Periodo di attività musicale2003 – in attività
Sito ufficiale

Eneda Tarifa (Tirana, 30 marzo 1982) è una cantante albanese. Eneda ha vinto il programma musicale Top Fest nel 2010 e il Festivali i Këngës nel 2015, ottenendo così la possibilità di rappresentare la propria nazione all'Eurovision Song Contest 2016 con la canzone Fairytale, tradotta in inglese dalla versione originale in lingua albanese, Përrallë.

BiografiaModifica

Nel 2003 ha partecipato per la prima volta al Festivali i Këngës con la canzone Qëndroj, con la quale è riuscita a raggiungere la finale. Nel 2006 ha partecipato all'ottava edizione di Kënga Magjike con il brano Rreth zjarrit tënd, grazie al quale si è classificata quarta nella finale ottenendo 154 punti. L'anno successivo ha partecipato nuovamente al Festivali i Këngës cantando E para letër, ottenendo 11 punti e classificandosi al 10º posto su 17 partecipanti. Nel 2008 ha partecipato per una seconda volta al Kënga Magjike con la canzone Zeri im. Nel 2010 ha vinto il programma musicale Top Fest con la sua canzone Më veten.[1]

Dopo diversi anni lontana dal palcoscenico, Eneda ha preso parte per una terza volta al Festivali i Këngës, la cui finale si è tenuta il 27 dicembre 2014.[2] La sua canzone, intitolata Përrallë, scritta da Olsa Toqi, è stata proclamata vincitrice del concorso e le garantirà la partecipazione all'Eurovision Song Contest 2016 in qualità di rappresentante dell'Albania.[3] Al contest, Eneda ha cantato Fairytale, la versione tradotta in inglese, presentata il 13 marzo 2016 sul canale YouTube dell'Eurovision e messa in commercio il 30 marzo.[4] Eneda si è esibita nella seconda semifinale dell'Eurovision, svolta il 12 maggio 2016 a Stoccolma, ma non si è qualificata per la finale del 14 maggio.[5]

Vita privataModifica

Eneda Tarifa ha una relazione con il musicista Erjon Zaloshnja.[6] Insieme hanno avuto una figlia, Aria, nel 2013.[7]

Nel maggio 2014 la cantante è stata criticata per aver espresso commenti omofobi sulla cantante austriaca Conchita Wurst, vincitrice dell'Eurovision Song Contest 2014. Eneda si è poi scusata pubblicamente.[8]

DiscografiaModifica

SingoliModifica

NoteModifica

  1. ^ (SQ) Eneda Tarifa Biografia, su teksteshqip.com. URL consultato il 28 dicembre 2015.
  2. ^ (EN) Albania: National final entries presented, su eurovision.tv. URL consultato il 28 dicembre 2015.
  3. ^ (EN) Eneda Tarifa to represent Albania with a "Fairytale", su eurovision.tv. URL consultato il 28 dicembre 2015.
  4. ^ (EN) Eris Malaj, Albania: Eneda Tarifa to reveal Fairytale Love in March, su eurovisionary.com. URL consultato il 10 marzo 2016.
  5. ^ (EN) Marco Brey, LIVE: The Second Semi-Final winners' press conference, su eurovision.tv. URL consultato il 13 maggio 2016.
  6. ^ (SQ) Eneda Tarifa Pret Nje Femije, su teksteshqip.com. URL consultato il 28 dicembre 2015.
  7. ^ (SQ) Eneda Tarifa Bëhet Nënë, Vjen Në Jetë Aria, su teksteshqip.com. URL consultato il 28 dicembre 2015.
  8. ^ (SQ) Kritikohet Eneda Tarifa Për Homofobi, su teksteshqip.com. URL consultato il 28 dicembre 2015.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN126147095094025082147 · ISNI (EN0000 0004 5967 3744 · WorldCat Identities (ENviaf-126147095094025082147