Apri il menu principale

VariantiModifica

  • Femminili: Enotria[1]

Origine e diffusioneModifica

È un nome di tradizione letteraria, che gode di scarsa diffusione[1]; è ripreso dallo pseudonimo "Enotrio Romano" usato da Giosuè Carducci per le sue opere giovanili[1][2][3]; Carducci lo trasse dal nome dell'Enotria, un'antica regione dell'Italia meridionale, con il significato di "abitante dell'Enotria"[1][2].

Il nome di tale regione, in greco Οἰνωτρία (Oinotria), deriva da vocabolo οἶνος (oînos, "vino") o da οἴνωτρος (oinotros, "palo della vite"), con il significato di "terra del vino"[1][4]; alcune fonti fanno derivare il nome della regione da quello di Enotro (in greco Οἴνωτρος, Oinotros), un personaggio della mitologia greca[3][4], riconducendo quest'ultimo a οἶνος e τρέπω (trepo, "girarsi", "rivolgersi"), col possibile significato complessivo di "dedito al vino"[3].

OnomasticoModifica

Il nome è adespota, non essendoci santi che lo abbiano portato. L'onomastico può essere quindi festeggiato il 1º novembre, per la festa di Tutti i Santi.

PersoneModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f La Stella T., p. 130.
  2. ^ a b De Felice, p. 146.
  3. ^ a b c Burgio, p. 145.
  4. ^ a b De Grandis, p. 151.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

  Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi