Apri il menu principale
Sant'Epafrodito di Filippi
Epaphroditus.jpg
Sant'Epafrodito
 

Vescovo

 
Venerato daChiesa cattolica
Ricorrenza22 marzo

Epafrodito di Filippi (... – ...) è stato un vescovo romano.

Indice

BiografiaModifica

Epafrodito fu discepolo di san Paolo di Tarso e primo vescovo di Filippi. È venerato come santo da varie denominazioni cristiane. Epafrodito è menzionato nella Lettera ai Filippesi[1][2]. Epafrodito era il delegato della comunità cristiana di Filippi, inviato con un dono per Paolo quando fu portato a Roma o a Efeso . Paolo lo chiama "mio fratello e compagno di lavoro e di lotta". Lo descrive come un delegato con autorità (αποsτολος, più di un messaggero). Avrebbe potuto essere una persona benestante che si preoccupava che Paolo aveva risorse finanziarie per sviluppare il suo apostolato.

Si dedicò, insieme a Paolo, all'opera di Cristo come suo aiutante. Si ammalò e, riprendendosi, Paolo lo mandò a Filipi con una sua lettera. Come capo della comunità cristiana di Filippi, è considerato vescovo.

CultoModifica

Ascritto al Martirologio Romano al 22 marzo: "Commemorazione di sant’Epafrodito, che san Paolo Apostolo chiama fratello e compagno di lavoro e di lotta." .

NoteModifica

  1. ^ Lettera ai Filippesi 2:25
  2. ^ Lettera ai Filippesi 4:18

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica