Episodi di New York New York (quarta stagione)

lista di episodi della quarta stagione

1leftarrow blue.svgVoce principale: New York New York.

La quarta stagione della serie televisiva New York New York è andata in onda negli USA dal 15 ottobre 1984 all'8 aprile 1985 sulla rete CBS.

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 Child Witness Paura della verità 15 ottobre 1984
2 Heat 22 ottobre 1984
3 Insubordination 29 ottobre 1984
4 Old Debts Un vecchio debito 5 novembre 1984
5 Fathers and Daughters Delitto senza movente 12 novembre 1984
6 Taxicab murders Falsa traccia 19 novembre 1984
7 Unusual Occurrence L'ombra del rimorso 26 novembre 1984
8 Thank God It's Monday Un tranquillo week-end di lavoro 3 dicembre 1984
9 Hooked Una questione di principio 10 dicembre 1984
10 Lady Luck Gioco pericoloso 17 dicembre 1984
11 Out of control Uno strano omicidio 31 dicembre 1984
12 American dream Sogno americano 7 gennaio 1985
13 Happily Ever After Felici e contenti 14 gennaio 1985
14 Rules of the game Le regole del gioco 28 gennaio 1985
15 Stress Tensione 4 febbraio 1985
16 Who says it's fair - Part I Donne in crisi - Parte prima 11 febbraio 1985
17 Who says it's fair - Part II Donne in crisi - Parte seconda 18 febbraio 1985
18 Lost and Found Una compagna insostituibile 25 febbraio 1985
19 Two Grand Scacco matto 4 marzo 1985
20 Con Games Tocco di classe 11 marzo 1985
21 Violation La cella della violenza 18 marzo 1985
22 Organized Crime Il potere della corruzione 8 aprile 1985

Un vecchio debitoModifica

TramaModifica

"Grandioso! Ammazza un poliziotto e se la cava con 8 anni. E gli facciamo da baby sitter!"

Viene rilasciato per buona condotta Keith Edsin, responsabile dell'omicidio di un poliziotto, otto anni prima. Il 14º distretto è incaricato, sia pure contro voglia, di provvedere alla sua protezione. Quando Edsin viene ucciso con un esplosivo collegato al telefono, durante il turno di guardia di Cagney e Lacey, le due agenti decidono di scoprire chi ha ucciso l'uomo. Forse il colpevole si nasconde tra un loro collega: nessuno in polizia, infatti, aveva visto di buon occhio, la liberazione di Edsin. Chris ritrova Dory McKenna, uscito da un faticoso percorso di disintossicazione.

Guest star: Jonathan Banks (Mike in “Breaking Bad”)

Falsa tracciaModifica

TramaModifica

“Già il 20% dei tassisti non vuole andare a lavorare. O lo becchiamo subito o in città non ci sarà più un taxi. E se trovi un sistema per acciuffarlo più in fretta senza guidare un taxi, fammi un fischio!”

Cagney e Lacey lavorano sotto copertura per scoprire un assassino di autisti di taxi che ha già compiuto tre omicidi. Dalle precise indicazioni del medico legale, le due agenti risalgono alla possibile arma del delitto, un piccone da geologo e concentrano i loro sospetti su un giovane con diversi precedenti penali, sicure di essere sulla pista giusta. Michael, il figlio minore di Mary Beth, sentendo un'accesa discussione tra i genitori, inizia ad avere gli incubi e teme per la sicurezza della madre a cui chiede di non proseguire le sue indagini. Mary Beth tenta di rassicurarlo promettendogli che chiederà di essere esentata dal caso, ma quando Michael scopre che la madre gli ha mentito e continua a cercare l'assassino dei tassisti facendo da esca, va in crisi e dopo la scuola non rientra a casa, mandando in subbuglio la famiglia. Troverà conforto in Chris. L'occasione serve a Mary Beth per riflettere su come spiegare al figlio in cosa consiste il suo difficile mestiere di poliziotto.

Un tranquillo week-end di lavoroModifica

TramaModifica

“Dovrete fare in modo che le vostre pratiche siano complete, corrette e in ordine nei loro raccoglitori!”

È venerdì pomeriggio e gli agenti del 14º distretto pensano già a come trascorrere il weekend. Chris andrà nel Vermont con Dory McKenna con cui ha ripreso la relazione, dopo i problemi di droga dell'uomo. Mary Beth acquisterà nuovi mobili con Harvey per la camera da letto, approfittando di alcuni grossi sconti. Isbecki andrà ad un concerto con la ragazza di turno, Petrie invece dovrà imbiancare casa. A scompaginare i progetti di tutti interviene ancora una volta Samuels. L'ispezione effettuata in settimana per il controllo dei registri e dei verbali ha prodotto risultati pessimi per il distretto. Il week end dovrà essere destinato a riportare ordine nei fascicoli. Scartabellando tra i vari rapporti, Isbechi riconosce l'identikit di Curt Brennan, arrestato qualche giorno prima da Cagney e Lacey. Brennan è colpevole di una rapina avvenuta cinque anni prima in cui rimase gravemente ferita una giovane donna, poi costretta sulla sedia a rotelle. Sul caso aveva indagato Petrie, senza mai riuscire a catturare Brennan. Bisogna arrestare l'uomo, nel frattempo rilasciato su cauzione, prima che scadano i termini del mandato di arresto. Tutto il distretto si impegna per la sua cattura.

Una questione di principioModifica

TramaModifica

“Voglio che tu consideri questo come un ammonimento ufficiale!”

Durante una grossa retata antidroga, Mary Beth arresta Jim Driscoll: l'uomo ha con sé una busta con un grammo di cocaina. Chris lo riconosce: Jim è stato il garante nel programma di disintossicazione di Dory. Chris informa subito il compagno che esclude ogni possibile coinvolgimento di Jim nel traffico di droga. Per Dory, Jim è come un fratello, lo ha assistito nei momenti più bui durante la sua dipendenza dalla droga. La busta contenente le prove contro Driscoll, preparata da Mary Beth, arriva all'ufficio prove non sigillata. Il fatto manda su tutte le furie Samuels che ammonisce ufficialmente Mary Beth, anche perché, stando così le cose, Driscoll deve essere rilasciato. Mary Beth teme che sia stato Dory a manomettere la busta delle prove per aiutare l'amico e lo riferisce a Chris che reagisce stizzita. I sospetti di Mary Beth verso Dory incrinano i rapporti tra le colleghe, soprattutto quando un tossico fa proprio il nome di Driscoll quale importante mediatore nel sistema di distribuzione della droga.

Gioco pericolosoModifica

TramaModifica

“Se non paghi, ti fanno una visitina una volta, magari due, dopo di che ti trovi sul fondo dell'East River. Per sempre.”

Mary Beth convince Mary Cole, sposata con due figli e vice presidente di un'importante società, a non buttarsi dal cornicione di un palazzo. Incuriosita dal gesto della donna, dall'apparente situazione familiare e lavorativa serena e realizzata, Lacey scopre che Mary ha il vizio del gioco ed è perseguitata dagli strozzini per i troppi debiti (circa 50.000 dollari), tanto da essere stata allontanata di casa dal marito, costretta a vivere in un appartamento di quart'ordine in un quartiere malfamato. Con Chris, Mary Beth inizia ad indagare nel mondo dello strozzinaggio. Isbecki prende a cuore il caso di Jennifer Atkins, unica sopravvissuta di un maniaco strangolatore che ha già fatto diverse vittime. Il sentimento che Isbecki prova per Jennifer si fa, con il passare dei giorni, sempre più intenso.

Uno strano omicidioModifica

TramaModifica

"Deve capire cosa sono le armi e deve anche passargli la voglia di toccarle. In qualunque caso!"

Mary Beth sorprende il figlio maggiore Harvey jr. mentre gioca con la sua pistola di servizio con l'amico Robert. La pistola è scarica, ma lo spavento è forte. Mary Beth si impegna a far capire al figlio le gravissime conseguenze che può comportare l'uso delle armi, usando anche metodi estremi (lo porta a seguire un'autopsia molto dettagliata su una vittima da arma da fuoco). Dory pensa sia giunto il momento di far conoscere i suoi figli a Chris: la cena a casa della compagna, complice l'atteggiamento scortese e scontroso di Sheri, figlia maggiore di Dory, purtroppo non va nel modo sperato.

Sogno americanoModifica

TramaModifica

"Una casa è il sogno di ogni individuo. E io la sto sognando."

In seguito ad un incendio all'apparenza doloso (il terzo nel giro di pochi giorni), Cagney e Lacey interrogano il signor Aaron Seymour, titolare del magazzino andato a fuoco e sospettato di essere il responsabile per incassare i soldi dell'assicurazione. Seymour però sostiene convinto la sua estraneità ai fatti e fa il nome di Nelson Ashland, a capo di una società di trasporti che, con ricatti ed estorsioni, obbliga i commercianti del quartiere a servirsi dei suoi camion per il trasporto e la distribuzione dei loro prodotti. Cagney ottiene da Samuels gli uomini per sorvegliare 24 ore al giorno Ashland. Harvey ha ottenuto un nuovo importante lavoro nel campo finanziario, con la prospettiva di guadagni ben più consistenti. Con Mary Beth inizia a pensare seriamente all'acquisto di una nuova casa.

Felici e contentiModifica

TramaModifica

"Dory mi ha chiesto di sposarlo."

Chris riceve una proposta di matrimonio da Dory. Pur lusingata, Chris teme di perdere in questo modo la propria indipendenza ed aspetta a dare una risposta al compagno. Si confida con Mary Beth, al contrario assai eccitata all'idea che la collega possa finalmente sposarsi con l'uomo che ama. Le due agenti devono inoltre indagare su una possibile truffa ai danni di un grande magazzino commerciale, mentre Isbecki e Petrie sono impegnati a scoprire quale sia il nome di battesimo del sergente Coleman.

Le regole del giocoModifica

TramaModifica

"Non mi vendo per una promozione!"

Chris e Mary Beth sono chiamate a far parte di una squadra speciale guidata dall'ambizioso capitano Jack Hennessey ed incaricata di seguire le indagini, a fianco dell'FBI, relative all'uccisione di un diplomatico ungherese. Hennessey rivela subito un interesse non solo professionale verso la collega Cagney che, dapprima respinge con garbo le sue avances, poi reagisce stizzita, soprattutto perché il capitano fa leva sul suo ruolo di diretto superiore per ottenere quello che vuole. Chris però non è disposta a cedere ai biechi ricatti di Hennessey, tanto meno nella prospettiva di un avanzamento di carriera più agevolato. Harvey suggerisce a Mary Beth di scrivere un testamento per non lasciare tutti i loro risparmi allo stato di New York.

TensioneModifica

TramaModifica

"Cagney, sei allergica a un giorno di libertà?"

Gli agenti del 14º distretto devono partecipare ad una terapia di gruppo obbligatoria anti stress. L'idea incuriosisce parecchio Mary Beth, mentre Chris non nasconde le sue perplessità: preferisce scaricare la tensione con una corsa. La stessa Chris, durante una giornata forzata di vacanza (troppi straordinari, l'ufficio contabilità è in tilt), ferma un aggressore fuori da un negozio. L'uomo, di nome Darryl Stockes, già con precedenti penali, minaccia Chris mentre redige il rapporto. Quando poi viene rilasciato su cauzione, Chris fa di tutto per incastrarlo, ma Martin Gelband, l'uomo aggredito da Stockes, scompare, forse minacciato dallo stesso Stockes, non nuovo a una simile tecnica d'agire. Anche Chris inizia ad essere nervosa e spaventata a casa da sola, ma con Mary Beth tende a minimizzare la situazione. Samuels però preferisce tenere sotto controllo il suo appartamento. Un cane abbandonato si aggira per il distretto: Isbecki non vuole consegnarlo al canile. Il tenero cucciolotto prende in simpatia il tenente Samuels e si accuccia obbediente nel suo ufficio.

Donne in crisi - Parte primaModifica

TramaModifica

"Non voglio farmi operare. Non voglio che i ragazzi mi vedano immobilizzata in un letto. Harvey, ho paura di morire."

Harvey si incontra con Chris, senza dire nulla alla moglie. L'uomo riferisce a Chris che Mary Beth ha un nodulo al seno, ma fa finta di niente. È molto preoccupato e si è rivolto a lei per un aiuto. Chris parla con la collega la quale però minimizza e si dedica esclusivamente al lavoro. Non ha ancora consultato un medico e non ha intenzione di farlo. A casa però si irrita con il marito Harvey perché ha parlato con Chris. Le due agenti nel frattempo indagano sulla scomparsa di Kevin Taggart, ragazzino di 8 anni di cui si sono perse le tracce dopo che è uscito da scuola. La madre di Kevin rinfaccia alla polizia di non usare la necessaria attenzione solo perché il figlio è nero, ma Chris respinge le accuse e sottolinea come purtroppo non si riesca a capire dove Kevin passi il suo tempo, finita la scuola. Scoperto che il ragazzino lavora per il giovane spacciatore di droga, Willie Smoke, Chris ferma Willie per capire dove sia stata l'ultima consegna di Kevin. Mary Beth si decide a consultare un medico: dopo la visita le viene comunicato che dovrà operarsi.

Donne in crisi - Parte secondaModifica

TramaModifica

"Ma che cavolo volevi dimostrare? Stavi cercando di ammazzarti? Non è ancora arrivato il momento, Mary Beth!"

Il medico informa Mary Beth che con l'intervento le saranno asportati la mammella e i linfonodi sotto ascella. Samuels, venuto a conoscenza della situazione, usa tutte le premure del caso per sollevare Mary Beth dai suoi incarichi, ma la reazione della donna è irritata e scortese. Kevin viene affidato ad un istituto di correzione, perché la madre è considerata inadatta al suo ruolo. La donna reagisce furibonda, perché nonostante i suoi sacrifici, le viene portato via il figlio, poi però, convinta da Chris e Mary Beth accetta di collaborare e tenta di convincere Kevin ad aiutare la polizia per arrestare qualche pezzo grosso nello spaccio della droga in città. Mary Beth, su consiglio di Chris, accetta di sentire un altro parere medico da cui scopre, con gran sollievo, che la mastectomia non è necessaria. Al distretto c'è grande agitazione per l'esame di sergente.

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione