Apri il menu principale

Eremurus

genere di pianta della famiglia Liliaceae
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Eremoro
Cleopatras nål.jpg
Eremurus robustus
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Ordine Liliales
Famiglia Liliaceae
Genere Eremurus
Classificazione APG
Ordine Asparagales
Famiglia Xanthorrhoeaceae
Sottofamiglia Asphodeloideae
Nomi comuni

Candela del deserto

Specie
  • vedi testo

Eremurus è un genere di piante erbacee perenni appartenente, secondo il Sistema Cronquist alla famiglia delle Liliaceae e secondo la classificazione APG III alle Xanthorrhoeaceae[1]. È conosciuto anche con il nome di "candela del deserto".[2]

Indice

DescrizioneModifica

Ha una radice corta e tozza e fiori bianchi, gialli o rosa.

L'infiorescenza ha una forma a spiga. Si compone di molti fiori di colore rame, giallo brillante, bianco neve, rosa pastello, arancio o qualsiasi combinazione di questi colori. Le foglie crescono in ciuffi di sottili, verdi strisce. Le specie sono note per le radici spesse che crescono fuori dalla parte centrale. L'eremoro è noto anche per essere relativamente alto e, a seconda della varietà, può raggiungere un'altezza di tre metri.[3]

Distribuzione e habitatModifica

Il genere è originario dell'Asia occidentale e centrale. La specie Eremurus thiodanthus è originaria della Crimea.

TassonomiaModifica

Il genere Eremurus comprende le seguenti specie:[4]

UsiModifica

Le piante spesso sono coltivate a scopo ornamentale.

NoteModifica

  1. ^ Angiosperm Phylogeny Group, An update of the Angiosperm Phylogeny Group classification for the orders and families of flowering plants: APG III, in Botanical Journal of the Linnean Society 2009; 161(2): 105–121. URL consultato il 7 marzo 2013 (archiviato dall'url originale il 25 maggio 2017).
  2. ^ Eremoro, ovvero la candela del deserto - PolliceGreen, su pollicegreen.com. URL consultato il 20 agosto 2011.
  3. ^ (EN) Andrew McIndoe, Kevin Hobbs, Perennials[collegamento interrotto], David & Charles, 2005, p. 47, ISBN 1-55870-764-6. URL consultato il 20 agosto 2011.
  4. ^ Eremurus, su The Plant List. URL consultato il 7 marzo 2013.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica