Eurizione

centauro della mitologia greca
(Reindirizzamento da Euritione)
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'argonauta e re di Ftia, vedi Euritione (re di Ftia).

Eurizione (in greco antico: Εὐρυτίων, Eurytíōn) è un personaggio della mitologia greca. Fu il re dei Centauri.

Euritione
Kentauren bei der Hochzeit des Perithoos.jpg
Il Centauro e Ippodamia
Nome orig.Εὐρυτίων
Caratteristiche immaginarie
SpecieCentauro
SessoMaschio
Professionere dei centauri

GenealogiaModifica

Era figlio di Issione e Nefele[1] e fratellastro di Piritoo[2].

AspettoModifica

Dalla testa al ventre aveva le sembianze di uomo e al posto delle gambe il corpo era quello di un cavallo.

MitologiaModifica

Fu invitato dal fratellastro e re dei Lapiti Piritoo al suo matrimonio e dove, non reggendo il vino offertogli, incominciò ad avere comportamenti indecenti e tentando perfino di violentare la sposa del suo fratellastro Ippodamia.

Lui e i centauri al suo seguito furono cacciati dal ricevimento da Piritoo e Teseo e gli furono tagliati il naso e le orecchie. Dopo questa vicenda ebbe inizio la guerra tra i due fratellastri che prese il nome di Centauromachia[3].

NoteModifica

  1. ^ Apollodoro. Epitome I,20 (In francese)
  2. ^ Euritione su Theoi.com (In inglese)
  3. ^ Omero, Odissea 21 293 ff

Collegamenti esterniModifica

  Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca