Apri il menu principale
Faber-Castell
Logo
StatoGermania Germania
ISINDE0006286537
Fondazione1761
Fondata daKasper Faber
Sede principaleStein - Norimberga
Dipendenti8000 circa
Sito web

Faber-Castell è uno dei principali produttori e venditori di articoli di alta qualità dedicati alla scrittura, alla pittura e al disegno creativo. Fondata nel 1761, a partire da una piccola ditta di matite in Stein vicino Norimberga, l’azienda si colloca tra le compagnie industriali più antiche al mondo. Oggi, il Gruppo è guidato da Daniel Rogger, CEO di Faber-Castell AG, e dalla famiglia Faber-Castell - il Conte Charles von Faber-Castell è a capo della divisione Premium - che rappresenta la nona generazione di una delle dinastie industriali più antiche al mondo.

Indice

Prodotti e progettiModifica

 
Castello Faber-Castell

La gamma dei prodotti Faber-Castell propone differenti articoli – dai pastelli colorati per bambini alle esclusive penne stilografiche - ed è suddivisa in cinque aree di competenza: “Playing & Learning”, “Art & Graphic”, “Premium”, “General Writing” e “Marking”.

Presente in 120 paesi, Faber-Castell dà lavoro a circa 8.000 persone con stabilimenti di produzione in 9 paesi e 22 affiliate internazionali. L’azienda produce quasi due miliardi di matite ricoperte di legno all’anno e detiene la leadership mondiale del settore.

Il gruppo Faber-Castell vanta un’esperienza plurisecolare affiancando un forte spirito imprenditoriale ad una professionalità consolidata. I suoi prodotti rappresentano i più alti standard qualitativi grazie anche ad un continuo processo di ricerca ed innovazione che garantisce lo sviluppo di un’azienda sempre all’avanguardia.

Il CEO Daniel Rogger ritiene che Faber-Castell sia ben attrezzata per il futuro con il suo attuale focus strategico. “Continueremo a dedicarci a prodotti creativi analogici, ma li integreremo gradualmente con applicazioni e servizi digitali, per esempio app creative per l’intera famiglia o canali di distribuzione innovativi nella sfera online. Continueremo a dare grande importanza alla sostenibilità. I consumatori sono sempre più educati e responsabili: le decisioni di acquisto sono sempre più guidate dagli aspetti etici, come la compatibilità ambientale e sociale. I nostri consumatori si informano in diversi modi in merito alla qualità e alla sostenibilità dei prodotti e dei marchi. Abbiamo iniziato presto con la gestione forestale secondo gli standard FSC e siamo l’unica manifattura del settore con una produzione a zero emissioni”.

Grazie al crescente bisogno del consumatore di attività creative, lontane dalla quotidianità digitale, Faber-Castell ha incrementato la capacità produttiva. Il trend del colouring book in auge dal 2015 al 2017 ha portato le vendite del Gruppo a livelli record. Questa tendenza al momento è in diminuzione, ma è parzialmente sostituita da altri trend come il Bullet Journaling, l'hand lettering, la calligrafia. La creatività è considerata una caratteristica essenziale che differenzia l’essere umano dall’intelligenza artificiale, e prenderà sempre più il posto dei processi standardizzati in un mondo del lavoro sempre più digitale.

Con l’introduzione del concetto “Creative Studio”, Faber-Castell sta offrendo una grande opportunità per sfruttare queste potenzialità. Una collezione di prodotti che tende a soddisfare tutte le esigenze degli artisti “in erba” e degli appassionati del mondo del colore e del disegno creativo. La conoscenza del target di riferimento e la comunicazione mirata all’utente finale hanno permesso al Gruppo di creare nel mondo dell’hobbistica una domanda crescente per le nuove collezioni.

StoriaModifica

1761 – Kaspar Faber, ebanista, realizza la sua prima matita “Bleyweisstifte” nel suo laboratorio, dando così origine alla produzione artigianale Faber;

1840 - Lothar Faber, che rappresenta la quarta generazione della famiglia, realizza per primo le tipiche matite esagonali, definisce gli standard di lunghezza della matita, il diametro e la durezza della mina, e "marchia" la matita con il proprio nome: nasce così la prima matita di marca al mondo;

1849 - Vengono inaugurate le prime filiali a New York, Londra e Parigi;

1856 – L’azienda acquisisce una delle migliori miniere di grafite esistenti, in Russia: in questo modo riesce a migliorare la qualità delle sue matite e si rende autonoma nell’approvvigionamento della materia prima;

1874 - Lothar von Faber apre la strada alla legge di protezione del marchio di fabbrica in tutto il mondo;

1898 - La baronessa Ottilie von Faber sposa il Conte Alexander zu Castell-Rüdenhausen. Dal matrimonio nasce il prestigioso marchio Faber-Castell;

1905 - Alexander von Faber-Castell realizza la leggendaria matita Castell 9000 che, grazie al suo inconfondibile colore verde e al suo elevato standard qualitativo, continua dopo un secolo a rappresentare il marchio ed a ottenere grandi successi in tutto il mondo;

1928 - Il Conte Roland von Faber-Castell "prende il comando" dell’Azienda e acquisisce la quota maggioritaria della Lapis Johann Faber S/A, Brazil, che tutt’oggi rappresenta il più grande produttore mondiale di matite;

1961 - Viene brevettato il procedimento SV che previene la rottura della mina;

1978 - A capo del Gruppo subentra il Conte Anton W. von Faber-Castell, che appartiene all’ottava generazione nella storia del marchio. (L’ingresso del Conte Anton Wolfang ha portato grandi innovazioni all’interno del Gruppo e una diversificazione della produzione; l’attenzione dell’Azienda si è infatti focalizzata verso nuovi prodotti e verso l’espansione delle attività internazionali.) Faber-Castell diviene un marchio globale a livello internazionale;

1998 - La prima fabbrica Faber-Castell ottiene il certificato internazionale di standard di qualità ISO 9001;

2001 - La certificazione ISO 9001 viene attribuita anche alle fabbriche in Europa, India, Malesia e Brasile e viene lanciata la Grip 2001 (matita innovativa che viene premiata con vari award per il design);

2011 - l’azienda compie 250 anni.

2015 - Faber-Castell è la più grande azienda produttrice di matite al mondo totalmente “carbon-neutral”, lo sancisce un’approfondita ricerca condotta da TÜV Rheinland®, Ente tedesco per le certificazioni tecniche. Lo studio ha evidenziato come il programma di riforestazione attuato nel sud est del Brasile permette di assorbire più emissioni di carbone di quante l’azienda ne emette a livello mondiale.

2016 - Viene a mancare il Conte Anton W. von Faber-Castell

2017 - Daniel Rogger è il nuovo CEO di Faber-Castell. Per volontà della famiglia Faber-Castell per la prima volta nella storia, lazienda è affidata a un manager esterno.

L’8 giugno ricorre il 200º anniversario dalla nascita di Lothar Von Faber, imprenditore e pioniere. L’azienda ha celebrato la ricorrenza con un evento speciale al Castello Faber-Castell di Stein.

L’impegno verso l’ambienteModifica

Faber-Castell è pioniere nel suo settore in materia di metodi di produzione industriale ecosostenibili e la scelta di utilizzare una fonte di legname a lungo termine rientra tra i valori dell’azienda fin dalla metà dagli anni ‘80. In Brasile l’azienda utilizza conifere a crescita rapida provenienti dalle foreste che gestisce e cura le proprie piantagioni di alberi. Gli alberelli sono piantati continuamente per rimpiazzare ogni fila di alberi abbattuti, in un ciclo ecologico e sostenibile.

Più di un milione di nuovi alberi della specie Pinus caribea sono piantati e crescono ogni anno su un’area totale di all’incirca 10.000 ettari (100 km2), a migliaia di chilometri di distanza dalla tanto a rischio foresta Amazzonica.

Dopo solo dieci o venti anni sono grandi abbastanza per poter essere utilizzati come materia prima compatibile per le matite sia di grafite che colorate. Non solo i materiali ma anche lo sviluppo, i metodi di produzione e lo smaltimento di ogni tipo di rifiuto sono soggetti ad analisi puntuali. Ad esempio Faber-Castell ha avuto un ruolo pionieristico nell’impiego di vernici a base d’acqua eco-friendly per rivestire le sue matite in legno.

Più del 90% dell’energia termica consumata dagli impianti proviene da fonti rinnovabili. Inoltre, il Gruppo Faber-Castell impiega più del 60% delle energie rinnovabili a livello mondiale. La quota di energia utilizzata dal Gruppo Faber-Castell che arriva dalle fonti rinnovabili ha mostrato un trend positivo negli anni recenti e verrà ulteriormente ampliata in futuro. Per comprendere meglio l’impatto ambientale dei singoli prodotti, verranno applicate in futuro valutazioni ambientali che prenderanno in considerazione l’intero ciclo di vita del prodotto: dai materiali grezzi usati, fino al processo di produzione, trasporto e smaltimento.

Faber-Castell ItaliaModifica

Faber-Castell Italia è la filiale italiana dal 1959, con sede a Milano, che distribuisce in esclusiva i prodotti Faber-Castell attingendo da tutti gli stabilimenti di produzione del Gruppo operativi nel mondo.

La distribuzione delle linee di prodotto avviene secondo un preciso piano strategico che tiene conto delle caratteristiche di consumo e del target di riferimento di ogni collezione.

Questa logica permette al consumatore di trovare i prodotti Faber-Castell nei punti vendita più qualificati.

Faber-Castell Italia si rivolge a diverse realtà di mercato, tra loro complementari, spaziando dal settore tradizionale della cartoleria al mondo del design e degli articoli di scrittura più prestigiosi.

Particolare attenzione da parte dell’azienda viene posta alla visibilità e all’immagine del marchio presso il punto vendita con supporti decorativi e sistemi espositivi modulari che si adattano efficacemente ai diversi spazi disponibili.

I fattori che hanno costituito il successo della filiale italiana sono l’accurata attenzione alla qualità del prodotto, la ricerca dell’innovazione, una corretta politica commerciale, rilevanti investimenti di marketing. Il connubio di tutti questi elementi ha permesso a Faber-Castell Italia, in un mercato tendenzialmente in flessione, di poter registrare una continua crescita sia in termini di fatturato che di ottimizzazione della distribuzione.

In questi anni, predominanti sono state le risorse destinate alle attività di marketing rivolte al consolidamento del marchio nella realtà italiana con impattanti campagne pubblicitarie televisive, stampa e digitali con mirate promozioni al consumo.

Faber-Castell Italia, inoltre, gode di una situazione di privilegio in quanto si avvale della tradizione di un grande marchio con una realtà produttiva mondiale e, d’altro canto, è una realtà italiana piccola, e quindi efficiente, flessibile e dinamica. Per questo motivo, il suo obiettivo primario è quello di approfittare di questa opportunità offrendo al cliente un servizio sempre più attento, efficace e puntuale.

Il gruppo Faber-Castell InternationalModifica

Azienda tedesca fondata nel 1761 a Stein vicino Norimberga, oggi Faber-Castell si colloca tra i gruppi industriali più antichi al mondo ed è leader nella produzione e distribuzione di articoli di alta qualità dedicati alla scrittura, alla pittura e al disegno creativo. L’azienda è oggi rappresentata dalla nona generazione della famiglia Faber-Castell ed è diretta da un Management Board. La marca Faber-Castell è distribuita in 120 nazioni, con stabilimenti di produzione presenti in 9 paesi e 23 filiali distributive a livello globale, per una produzione annua di oltre due miliardi (2.300.000.000) di matite di legno. I prodotti Faber-Castell rappresentano i più elevati standard qualitativi grazie ad un continuo processo di ricerca e innovazione che garantisce lo sviluppo di un’azienda sempre all’avanguardia.

Il simbolo dei cavalieri negli anniModifica

Poco tempo dopo aver assunto le redini dell’attività commerciale, nel 1905 il Conte Alexander von Faber-Castell sviluppò una nuova gamma di matite di alta qualità chiamate CASTELL. Per differenziarle da quelle della concorrenza, il primo ufficiale dell’esercito le dipinse utilizzando il verde del suo reggimento. Con il nome “CASTELL 9000” l’iconico prodotto divenne presto un classico.

L’immagine pubblicitaria dei due cavalieri in torneo fu creata specificatamente per queste matite e per decenni ne decorò le scatole e le confezioni in diverse varianti.

In seguito, fu considerata fuori moda e accantonata. Tuttavia nei primi anni ‘90, nel corso di un importante processo di ristrutturazione aziendale e rivisitazione della sua immagine, il motivo cavalleresco visse una fase di rinascita come simbolo di Faber-Castell. In forma stilizzata è oggi parte del logo della società.

I 250 anni di Faber-CastellModifica

Nel 2011 fu celebrato un evento unico, l’anniversario per i 250 anni dell’azienda. Faber-Castell è oggi una delle realtà industriali più antiche al mondo, ora rappresentata della nona generazione della famiglia.

In particolare il Barone Lothar von Faber lasciò un segno indelebile nell’azienda nel corso del diciannovesimo secolo. Fu un vero pioniere del prodotto di marca: attraverso la creazione del proprio marchio, introdusse un nuovo standard che divenne un parametro di riferimento non solo per la sua linea di business ma anche per le generazioni che successivamente furono a capo dell’azienda. “Fin dall’inizio ero determinato ad innalzarmi al livello più alto facendo quanto di meglio si possa fare al mondo”.

Per il Conte Anton-Wolfgang von Faber-Castell, il fattore decisivo nella storia del successo di Faber-Castell era creare prodotti unici con benefici facilmente riconoscibili e distinguibili in modo chiaro dalla concorrenza. “Dobbiamo continuare a lavorare con passione per scoprire ciò che i nostri consumatori vogliono e per incontrare i loro desideri, rimanendo allo stesso tempo fedeli al nostro motto che avrà sempre la più alta priorità nel futuro della nostra azienda: “Creare oggetti ordinari straordinariamente bene”.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN130822069 · GND (DE2003435-0
  Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende