Apri il menu principale

Ferrovia dell'Ovest

StoriaModifica

ProdromiModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Larmanjat.

Il primo collegamento ferroviario verso l'Ovest del Paese fu realizzato mediante un sistema Larmanjat, con due linee principali, tra Lisbona e Sintra e tra Lisbona e Torres Vedras; fu però completamente disattivato già nel 1877[1].

Progetto e costruzioneModifica

 
Stazione di Figueira da Foz

Nel mese di gennaio del 1880, il parlamento esaminò un contratto con la Companhia Real dos Caminhos de Ferro Portugueses, per la costruzione di una linea ferrata tra Lisbona Santa Apollonia e Pombal che servisse anche le località di Caldas da Rainha, São Martinho do Porto e Marinha Grande; la gestione della linea avrebbe beneficiato di una sovvenzione del 6%[1]. Tale progetto venne respinto, e il 31 gennaio 1882 venne sostituito da un progetto, che prevedeva la costruzione di due linee, una da Alcântara (Lisbona) a Torres Vedras, con una diramazione per Sintra e per Aldeia Galega da Merceana[1]. La seconda linea avrebbe proseguito, a partire da Torres Vedras, per Figueira da Foz, passando per Caldas da Rainha, São Martinho do Porto e Leiria, con una diramazione per Alfarelos allo scopo di collegarla alla ferrovia del Nord[1].

La prima linea venne affidata alla ditta Henry Burnay & C., mentre la seconda alla Companhia Real, con la clausola che la prima avrebbe dovuto costruire anche l'altra nel caso la Companhia Real avesse rinunciato all'incarico[1]. Si verificò tuttavia il caso opposto: la Companhia Real convinse la Henry Burnay & C. a recedere dal contratto il 9 maggio 1883; il 15 maggio 1885 il subentro venne formalizzato e autorizzato il 28 luglio con decreto ministeriale[1].

La linea in esercizioModifica

Il primo tronco tra Alcântara-Terra e Sintra, fu aperto il 2 aprile 1887; la Cacém-Torres Vedras entrò in servizio il 21 maggio. Il proseguimento fino Leiria fu attivato il 1º agosto e la prosecuzione fino a Figueira da Foz il 17 luglio dell'anno successivo[1]; quest'ultima stazione, dal 1882, era la stazione terminale della ferrovia della Beira Alta[2].

Il collegamento (Ramal de Alfarelos) tra Amieira e Alfarelos fu aperto all'esercizio l'8 giugno 1889[1], unendo così la Linha do Oeste alla Linha do Norte[1][2]. Nel 1895 venne realizzata una seconda via tra le stazioni di Campolide e Cacém[1].

Nel 1888 ebbe inizio il servizio di trasporto postale sulla Linha do Oeste.

La ferrovia nel XX secoloModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Storia delle ferrovie in Portogallo.
 
Avviso pubblico di apertura della stazione di Fontela

Per tutto il secolo la ferrovia svolse la sua funzione, andando tuttavia progressivamente incontro alle analoghe difficoltà in cui versava il resto della rete. Nel 1973 fu soppresso il servizio postale sui treni[3]. Nel 1990, si concluse il progetto di rinnovamento integrale della "Linha do Oeste" e, nel 1993, fu aperta la diramazione di Louriçal (Ramal do Louriçal)[4].

 
Stazione di Fontela

Programmi e realizzazioni nel XXI secoloModifica

All'inizio degli anni duemila fu ammodernato il tratto tra Malveira e Torres Vedras[5].

Secondo i dati del 2009 la linea supportava il 13% del traffico merci di Comboios de Portugal e produceva il 10% del gettito totale, con diverse stazioni attive nel settore merci quali Ramalhal, Outeiro, Pataias e Martingança; i principali prodotti trasportati erano: cereali, farina, ceramiche lavorate, cemento, pasta di carta e legname[6]. Tuttavia, nonostante si verificassero numerosi ingolfamenti, la linea non venne ammodernata[6] e, per contro, venne stabilita una diminuzione dell'offerta viaggiatori.

 
Convoglio merci (tramogge per cereali) sulla linea dell'Ovest, maggio 2011

Connessione con la linea ad Alta velocità Lisbona-PortoModifica

Nel 2009, venne approvato il progetto di una nuova stazione a Leiria, per servire sia la Linha do Oeste mediante una variante di tracciato che la linea AV tra Lisbona e Porto, con la previsione di utilizzare il vecchio tracciato sino alla realizzazione di un terminale merci da parte di Rede Ferroviária Nacional[7].

Modernizzazione; collegamento con SantarémModifica

 
Stazione nuova di Mira-Sintra

Nel 2009 venne approntato, ma non realizzato, un piano di ammodernamento dell'infrastruttura e di elettrificazione; il progetto prevedeva l'installazione di moderni sistemi di controllo della circolazione, inoltre, il collegamento di Caldas da Rainha, sulla ferrovia dell'Ovest, e Santarém sulla ferrovia del Nord.

Il Piano strategico dei Trasporti e delle Infrastrutture 2014-2020 considera prioritario l'adeguamento, l'elettrificazione e la capacità operativa della linea al fine di creare un'alternativa alla Ferrovia del Nord[8].

CaratteristicheModifica

Stazioni e fermate
 
Ferrovia di Sintra da Stazione di Lisbona Rossio
 
0,0 Agualva-Cacém
 
Ferrovia di Sintra per Sintra
 
3,0 Mira Sintra-Meleças
 
5,6 Telhal
 
8,1 Sabugo
 
12,6 Pedra Furada
 
15,9 Mafra
 
18,3 Alcainça-Moinhos
 
21,1 Malveira
 
24,5 Jerumelo
 
28,5 Sapataria
 
30,9 Pero Negro
 
32,9 Zibreira
 
35,2 Feliteira
 
37,7 Dois Portos
 
42,0 Runa
 
46,9 Torres Vedras
 
53,9 Ramalhal
 
60,9 Outeiro
 
65,5 Camarão
 
70,0 Bombarral
 
73,5 Paúl
 
77,1 São Mamede
 
79,7 Dagorda / Peniche
 
82,3 Óbidos
 
87,7 Caldas da Rainha
 
91,1 Campo - Serra
 
94,9 Bouro
 
97,5 Salir do Porto
 
99,8 São Martinho do Porto
 
104,8 Famalicão da Nazaré
 
108,4 Cela
 
113,3 Valado / Nazaré /Alcobaça
 
118,4 Fanhais
 
122,2 Pataias
 
127,4 Martingança
 
133,4 Marinha Grande
 
143,4 Leiria
 
148,1 Regueira de Pontes
 
155,3 Monte Real
 
160,5 Monte Redondo
 
166,8 Guia
 
170,6 Carriço
 
Ferrovia di Louriçal per Soporcel / Celbi
 
174,6 Louriçal
 
179,6 Ribeira de Seiça
 
182,1 Telhada
 
185,4 Bicanho
 
187,6 Amieira
 
190,0 Bifurcação de Lares
 
Ferrovia di Alfarelos per Alfarelos
 
192,1 Lares
 
194,8 Fontela
 
195,9 Fontela A
 
Ferrovia di Figueira da Foz per Pampilhosa
 
197,9 Figueira da Foz

La lunghezza totale della linea è di 197,9 km. Svolge sia traffico passeggeri che merci.

Servizi svoltiModifica

InterregionaliModifica

RegionaliModifica

  • Mira Sintra Meleças-Caldas da Rainha-Mira Sintra Meleças
  • Mira Sintra Meleças-Figueira da Foz-Mira Sintra Meleças
  • Caldas da Rainha-Figueira da Foz-Caldas da Rainha

Alcuni treni proseguono fino alla Stazione di Lisbona Santa Apolónia e a fine settimana il termine da Mira Sintra Meleças passa a Monte Abraão.

Trasporto urbanoModifica

  • Mira Sintra Meleças-Roma Areeiro-Mira Sintra Meleças
  • Mira Sintra Meleças-Oriente-Mira Sintra Meleças
  • Mira Sintra Meleças-Alverca-Mira Sintra Meleças
  • Coimbra-Figueira da Foz

Trasporto merciModifica

La linea viene utilizzata dai treni merci CP e dall'operatore privato Takargo Rail.

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i j Carlos Manitto Torres, A evolução das linhas portuguesas e o seu significado ferroviário (PDF), in Gazeta dos Caminhos de Ferro, vol. 70, nº 1682, Lisbona, 16 gennaio 1958, pp. 61, 62. URL consultato il 30 ottobre 2013.
  2. ^ a b Os Caminhos de Ferro Portugueses 1856-2006, p. 12.
  3. ^ Martins et al, 1996, p. 54.
  4. ^ Os Caminhos de Ferro Portugueses 1856-2006, p. 150.
  5. ^ (ES) Marcos Conceição, Caminhos de Ferro Portugueses: Cambios en la Tracción, in Maquetren, vol. 10, nº 100, Madrid, Revistas Profesionales, 2001, pp. 75.
  6. ^ a b Carlos Cipriano, Linha do Oeste representa quase 13% das mercadorias transportadas pela CP Carga, in Gazeta das Caldas, 28 agosto 2009.
  7. ^ Carlos Cipriano, Aprovado projecto de articulação da linha do Oeste com a linha de alta velocidade em Leiria, in Expresso, 15 ottobre 2009. URL consultato il 16 novembre 2010.
  8. ^ [1]

BibliografiaModifica

  • Os Caminhos de Ferro Portugueses 1856-2006, CP-Comboios de Portugal e Público-Comunicação Social S. A., 2006, pp. 238, ISBN 989-619-078-X.
  • João Paulo Martins, Madalena Brion, Miguel de Sousa, Maurício Levy, Óscar Amorim, O Caminho de Ferro Revisitado; O Caminho de Ferro em Portugal de 1856 a 1996, Caminhos de Ferro Portugueses, 1996, pp. 446.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica