Apri il menu principale

FIAT Concord è stata la filiale Argentina del gruppo Fiat, presente nel paese dal 1919.

Palazzo Fiat Concord

StoriaModifica

  • 1900: Le vetture Fiat cominciano ad essere importate in Argentina da immigrati italiani.
  • 1919: Viene creato a Buenos Aires un punto ufficiale di vendita per veicoli importati: Fiat Argentina SA. Importa auto, camion, autobus e trattori.
  • 1957: Fiat Ferroviaria riceve un ordine argentino per 300 locomotive diesel per la creazione di uno specifico impianto ancora esistente a Cordoba FIAT Materfer.
  • 1959: Il governo argentino decide che l'industria automobilistica debba promuovere lo sviluppo della produzione locale. Fiat decide, come altri produttori, tra cui gli americani, di creare un centro di produzione locale, per soddisfare la legge che impone un tasso di integrazione locale del 70%. Il 30 settembre, il governo argentino autorizza la Fiat a costruire automobili in territorio argentino.
  • 1960: Il nuovo impianto della filiale Fiat Concord, situato a Caseros, ha prodotto la sua prima auto, una Fiat Concord 600, identica al modello originale italiano. In estate viene approntata una seconda linea di produzione con una capacità di 4.000 auto Fiat 1100 D.
  • 1963: Alla fine dell'anno, viene sostituita la Fiat 1100 con la nuova Fiat 1300 chiamata 1500.
  • 1965: Inizia la produzione della Fiat 770, la Multicargo (pick-up) e la Coupé Vignale per completare la famiglia della Fiat 1500, che già aveva la versione familiare.
  • 1969: Fiat sostituisce la Fiat 1500 con la nuova Fiat 1600.
  • 1971: Inizia la produzione della Fiat 128, praticamente identica al modello italiano, con i motori di 1100 cc e 1300. Il gruppo Fiat Auto Argentina crea Industria Argentina di Veicolo di Avanzata (IAVA), una specie di Abarth argentina. La linea di camion si rinnova anche con il lancio della linea "H", formata dai modelli: 619 N1, 619 N2, 619 T1[1], e 6x4: 697N, 697T[2] e 6x6: 697 NB[3].
  • 1972: Inizia la produzione della versione pick-up della 1600 chiamata Multicargo, anche essa appare come la versione familiare della 125.
  • 1973: Inizia la produzione della Fiat 128 familiare, sviluppata in Argentina. A fine anno la 1600 riceve modifiche estetiche e il motore ed e rinominata 125.
  • 1974: Lancio della Fiat 673[4], camion medio che fu soprannominato "Sallustro", perché poco tempo prima fu ucciso Oberdán Sallustro, capo della Fiat Concord fino alla sua morte.
  • 1977: Inizia la produzione della Fiat 133, derivata dal modello di SEAT.
  • 1980: Fiat Concord si fonde con Peugeot SAFRAR (filiale di Peugeot in Argentina) per formare una nuova società, Sevel Argentina.
  • 1981: Dopo la fusione la società continua a produrre nuovi modelli come la Fiat 147, Regatta e Uno fino al 1996, quando Fiat SpA ha ripreso le attività in Argentina.
 
Fiat 1500 Coupé Vignale

Auto prodotteModifica

Trattori prodottiModifica

Macchine da cantiereModifica

I macchinari stradali FIAT, prodotti in Argentina, sono stati fabbricati da CRyBSA. I modelli sono stati i seguenti: Fiat 4600 E[18], 4534, 4504 e 4304[19].

Altri prodottiModifica

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica