Apri il menu principale
Filadelfia
Darb Gerze
Clessidra ad acqua (particolare), dinastia tolemaica, Tolomeo II Filadelfo, basalto, da Alessandria, ritrovata frammentaria nell'Iseo Campense (Roma).JPG
Tolomeo II Filadelfo, rappresentato su Clessidra ad acqua da Alessandria, ritrovata frammentaria nell'Iseo Campense (Roma)
CiviltàEllenistica
Utilizzocittà
EpocaIII secolo a.C.
Localizzazione
StatoEgitto Egitto
GovernatoratoFayyum
Altitudine21 m s.l.m.
Scavi
Date scavi1908
Mappa di localizzazione

Coordinate: 29°27′02″N 31°05′03″E / 29.450556°N 31.084167°E29.450556; 31.084167

Filadelfia è stata un'antica città dell'Egitto ellenistico.

La città fu fondata da Tolomeo II Filadelfo intorno alla metà del III secolo a.C. nel sito oggi detto Darb Gerze, nel nord-est del Fayyum, oggi in pieno deserto.

Gli scavi iniziati nel 1908 hanno mostrato che la città aveva un reticolato regolare di strade ortogonali, larghe tra 5 e 10 m, orientate verso i punti cardinali, che dividevano il tessuto urbano in insulae rettangolari, costituite ciascuna da venti case di abitazione. è stato scavato anche un tempio.

Gli scavi hanno permesso il recupero di molti oggetti di uso quotidiano e di numerosi papiri. Particolarmente importante è stato il ritrovamento dell'archivio di Zenone, amministratore del dieceta di Tolomeo II Filadelfo, Apollonio.

BibliografiaModifica

Paola Davoli, L'archeologia urbana nel Fayyum di età ellenistica e romana, Napoli, Procaccini, 1998, pp. 139–148.

Altri progettiModifica

  Portale Archeologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di archeologia