Apri il menu principale
Tetradracma con la testa di una donna velata (forse Filistide) di data incerta. Nel rovescio della moneta sono presenti le scritte ΒΑΣΙΛΙΣΣΑΣ (basilissas) e ΦΙΛΙΣΤΙΔΟΣ (Filistidos) ovvero "della regina Filistide", "di proprietà della regina Filistide".

Filistide (III secolo a.C. – ...) è stata un'antica regina di Siracusa, nota soltanto per essere rappresentata in diverse monete, di ottima fattura, e per il fatto che il suo nome (indicato con il titolo di regina, sia nell'iscrizione che sulle monete) appare in una iscrizione a caratteri cubitali sul grande teatro greco di Siracusa. La circostanza che il suo nome è qui associato a quello di Nereide, moglie di Gelone e lo stile e la fattura delle monete, molto simili a quelle di Gerone II e di suo figlio, porta alla conclusione che sia stata scolpita durante il lungo regno di Gerone II e che probabilmente Filistide fosse la moglie dello stesso Gerone.

BibliografiaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Alberi genealogici dei tiranni di Siracusa.
  • IG XIV 3 βασιλίσσας Φιλιστίδος basilissas Philistidos. IGASMG II 37
  • Coins of Ancient Sicily By George Francis Hill Page 190 (2009)
  • R. Rochette, Memoires de Numismaiique et d Antiquite, pp. 63–78
  • Visconti, Iconogr. Grecque, vol. ii. pp. 21–25.
  • The Coin Collector's Manual, Or Guide To Numismatic Student In The Formation Of A Cabinet Of Coins Page 110 by Henry Noel Humphreys (1853)

(EN) William Smith (a cura di), Dictionary of Greek and Roman Biography and Mythology, 1870.