Apri il menu principale
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Follicoloma
Specialitàgynecologic oncology, obstetrics and gynaecology, oncologia e endocrinologia
Classificazione e risorse esterne (EN)
ICD-O8620
ICD-9-CM236.2 e 183
ICD-10C56
MeSHD006106
eMedicine254489
Sinonimi
Tumore a cellule della granulosa

Il follicoloma è un tumore che colpisce l'ovaia, fa parte dei tumori dello stroma gonadico. Il nome lo si deve alla sua sede di origine, dalle cellule della granulosa del follicolo.

EpidemiologiaModifica

Anche se rari si manifestano ad ogni età, rappresentano dal 2% al 5% delle neoplasie ovariche,[1] e parlando della popolazione in generale si manifesta da un 0,6 ad 1,7 su 100.000 donne. Eccezionale prima del menarca, è più frequente nell'età fertile e in post menopausa, con un picco di incidenza fra i 45 e i 55 anni.[2]

TipologiaModifica

Si tratta di un tumore capsulato, solido, alla superficie di taglio appare a strie giallastre. Istologicamente è caratterizzato talvolta dalla presenza dei corpi di Call-Exner, un reperto significativo per la diagnosi. In mancanza di queste formazioni tipiche, la diagnosi non è facile: le forme più indifferenziate possono infatti essere confuse con i linfomi non-Hodgkin o con i carcinoidi o, nelle forme meno densamente cellulate, con i sarcomi.

Esistono due forme: il tipo adulto (95% dei casi) e un'altra, ancora più rara, il tipo giovanile(5%, solitamente si forma prima della terza decade di età).[3]

Non vi sono differenze sostanziali in quanto entrambe le forme possono manifestarsi in qualunque età a dispetto del nome; le differenze invece sono a livello di recidiva che nel tipo giovanile è più probabile e soprattutto più aggressiva.

Manifestazioni clinicheModifica

Le manifestazioni cliniche, quando presenti, sono dovute agli alti livelli di estrogeni; a seconda dell'età di insorgenza, pertanto, si avranno:

  • nella paziente in post-menopausa, perdite ematiche
  • nella paziente in età fertile, menorragie e iperplasia endometriale
  • nella paziente in età prepuberale, segni di pubertà precoce.

Raramente evolve in forma maligna (15% dei casi)[4]

TerapiaModifica

Il trattamento è chirurgico con resezione,[5] la prognosi è favorevole, infatti nell'85% dei casi le persone sopravvivono per più di dieci anni dall'intervento.

NoteModifica

  1. ^ Salani R, Goodrich K, Song C, Grumbine FC., Three case reports of laparoscopic management of granulosa cell tumor with intraoperative rupture and subsequent upstaging., in J Minim Invasive Gynecol., vol. 15, 1973, pp. 511-513..
  2. ^ Gianni Bonadonna, Gioacchino Robustelli Della Cuna, Pinuccia Valagussa, Medicina oncologica (8ª edizione) pag 1265, Milano, Elsevier Masson, 2007, ISBN 978-88-214-2814-2.
  3. ^ Dudani R, Giordano L, Sultania P, Jha K, Florens A, Joseph T., Juvenile granulosa cell tumor of testis: case report and review of literature, in Am J Perinatol., vol. 25, aprile 2008, pp. 229-231.
  4. ^ Angelo Raffaele Bianco, Malattie di oncologia clinica (4ª edizione) pag 235, Milano, McGraw-Hill, 2007, ISBN 978-88-386-2395-0.
  5. ^ Pectasides D, Papaxoinis G, Fountzilas G, Aravantinos G, Pectasides E, Mouratidou D, Economopoulos T, Andreadis Ch., Adult granulosa cell tumors of the ovary: a clinicopathological study of 34 patients by the Hellenic Cooperative Oncology Group (HeCOG)., in Anticancer Res., vol. 28, marzo-aprile 2008, pp. 1421-1427.

BibliografiaModifica

  • Douglas M. Anderson, A. Elliot Michelle, Mosby’s medical, nursing, & Allied Health Dictionary sesta edizione, New York, Piccin, 2004, ISBN 88-299-1716-8.
  • Angelo Raffaele Bianco, Malattie di oncologia clinica (4ª edizione), Milano, McGraw-Hill, 2007, ISBN 978-88-386-2395-0.
  • Gianni Bonadonna, Gioacchino Robustelli Della Cuna, Pinuccia Valgussa, Medicina oncologica (8ª edizione), Milano, Elsevier Masson, 2007, ISBN 978-88-214-2814-2.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Medicina