Apri il menu principale
Forte Kleinboden
Werk Kleinboden
Fortificazioni austriache al confine italiano
Ubicazione
StatoAustria-Ungheria Austria-Ungheria
Stato attualeItalia Italia
RegioneTrentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige
CittàStelvio Bolzano Bolzano
Coordinate46°34′08.06″N 10°30′41.81″E / 46.568906°N 10.511614°E46.568906; 10.511614Coordinate: 46°34′08.06″N 10°30′41.81″E / 46.568906°N 10.511614°E46.568906; 10.511614
Informazioni generali
TipoFortezza
Altezza2000 m s.l.m.
Primo proprietarioImperial regio Esercito
Informazioni militari
UtilizzatoreImpero austro-ungarico
Funzione strategicaFacente parte dello sbarramento Gomagoi-Taufers
Termine funzione strategicasuccessivamente alla prima guerra mondiale con l'annessione del territorio al Regno d'Italia
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Il forte Kleinboden (in ted. Werk Kleinboden) è uno dei forti appartenenti all'Impero austriaco presenti in Alto Adige. Il forte appartiene al grande sistema di fortificazioni austriache al confine italiano.

Esso è situato lungo la Val Trafoi sulla strada che porta al passo dello Stelvio, ad una quota di 2000 metri.

La fortificazione si trova in località Dosso di Sluderno (Eck), tra il rifugio Forcola e la malga di Campo Piccolo (Kleinboden).

Attorno al forte si trovano altri resti di fortificazioni, come il Lager Kleinboden e il Schafseck.

Cenni storiciModifica

Il forte assieme al forte Gomagoi e al forte Weisser Knott, costituiscono lo "sbarramento Gomagoi-Taufers".[1] All'inizio delle ostilità della prima guerra mondiale, il passo dello Stelvio non era ancora occupato da nessuna delle due fazioni. Il comandante della gendarmeria austro-ungarica, il tenente Andreas Steiner, ricevette l'ordine di andare ad osservare la zona. Nel caso di un'invasione nemica, egli doveva immediatamente ritirarsi assieme ai suoi soldati al caposaldo Kleinboden. Ma i fatti non andarono così, infatti i soldati austro-ungarici occuparono le posizioni dominanti della zona.

Vie d'accesso al forteModifica

Per raggiungere il forte, si deve oltrepassare il paese di Prato allo Stelvio, procedendo verso Gomagoi e quindi deviando nella direzione di Stelvio-San Martino. Si deve procedere fino a raggiungere il rifugio Forcola alla quota di 2153 metri, e da qui, attraverso un sentiero si giunge alla località Kleinboden.

NoteModifica

  1. ^ Forte di Gomagoi, su trentinograndeguerra.it