Fra noi

album di Iva Zanicchi del 1967
Fra noi
ArtistaIva Zanicchi
Tipo albumStudio
PubblicazioneMaggio 1967
Dischi1
Tracce12
GenerePop
EtichettaRi-Fi - RFL LP 14019
NoteNon pensare a me canzone vincitrice del Festival di Sanremo 1967
Iva Zanicchi - cronologia
Album precedente
(1965)
Album successivo
(1968)

Fra noi è il secondo album della cantante italiana Iva Zanicchi, pubblicato nel maggio del 1967.

«Fra noi è finita così
domani non ritornerai più
tacevi, non avevi un perché
mi hai detto “non scordarti di me”»

(Iva Zanicchi, Fra noi)

Il discoModifica

Il 1967 è l’anno della prima delle tre vittorie di Iva Zanicchi al Festival di Sanremo. Il brano vincitore (presentato in coppia con Claudio Villa e contenuto in questo album) è Non pensare a me, in realtà cucito su misura per il "reuccio della canzone", ma che Iva Zanicchi canta con più classe e moderazione, senza pigiare il piede sugli acuti nei quali Villa abbonda.

Per questo motivo, a due anni di distanza dalla pubblicazione del suo album di debutto, la sua casa discografica pubblica finalmente il suo nuovo long-playing. Anche questo contiene canzoni edite precedentemente su singoli tra il 1966 e 1967. L'unico inedito dell'album è il brano Oltre la notte, mai apparso precedentemente su 45 giri.

I braniModifica

Tra i brani, insieme a Vita, scritta da Umberto Balsamo e a Vivere, non vivere, scritta da un giovane Franco Califano, spiccano:

  • Ci amiamo troppo (Le montagne)
    Cover in italiano di River Deep - Mountain High di Ike & Tina Turner, e presentata alla Mostra internazionale di musica leggera di Venezia, insieme al brano “Quel momento” (contenuto anch’esso nell’album), è certamente una delle più importanti prove vocali di Iva Zanicchi.
  • La notte dell'addio
    Uno dei brani più importanti della carriera di Iva Zanicchi (e, oggi, uno dei più riproposti anche da altri artisti), con cui partecipa al Festival di Sanremo del 1966.
  • Tu saie 'a verità/Ma pecché
    I due brani con cui partecipa al Festival di Napoli. Iva si classifica ottava con Ma pecché, che si vende bene un po' ovunque (a Napoli e nel resto d’Italia) e sebbene Sergio Bruni (uno dei cantanti napoletani in gara) aveva provveduto ad inciderne una sua particolare versione, questa è snobbata dal grande pubblico che continua a preferire Iva Zanicchi[1].
  • Fra noi
    Il brano, che fornisce anche il titolo all'album, è il suo più grande successo del 1966.

TracceModifica

  1. Non pensare a me - (Alberto Testa - Eros Sciorilli)
  2. Ci amiamo troppo - (Giuseppe Cassia - Phil Spector - Barry Greenwich)
  3. Dove è lui - (Mennillo - Roncarati)
  4. Oltre la notte - (Jacqueline Perrotin - Tuminelli - Ivan Vandor)
  5. Monete d'oro - (Luciano Beretta - Francesio)
  6. Tu saie 'a verità - (N. D'Alessio - A. Mazzucchi)
  7. Quel momento - (Mogol - Giancarlo Colonnello)
  8. Vita - (Luciano Beretta - Umberto Balsamo)
  9. Fra noi - (Arrigo Amadesi - Albula)
  10. La notte dell'addio - (Memo Remigi-Giuseppe Diverio - Alberto Testa)
  11. Vivere, non vivere - (Franco Califano - Nisa - Iller Pattacini)
  12. Ma pecché - (Vian - Fiore)

OrchestraModifica

Stampe estereModifica

Anno di pubblicazione Paese Titolo Etichetta Note
1967 Stati Uniti Fra noi UA International - UNS 15537 ///

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica