François de Connan

giurista e umanista francese

François de Connan, latinizzato come Franciscus Connanus (Parigi, 1508Parigi, 1º settembre 1551), è stato un giurista francese.

Biografia modifica

Dopo aver frequentato il Collège du Cardinal-Lemoine, Connan studiò il Mos italicus all'Università di Orléans seguendo le lezioni di Petrus Sella. Nel 1529 si trasferì all'Università di Bourges per studiare presso Andrea Alciato anche il Mos gallicus. A Bourges Connan probabilmente conseguì la licenza.[1] In seguito lavorò a Parigi come avvocato parlamentare e perito. Il 7 settembre 1539 fu nominato da re Francesco I Maître clerc de Compte, titolo grazie al quale divenne membro del Grand Conseil du Roi, diventando così uno dei più alti giudici in Francia. Il 29 aprile 1544 fu nominato Maître des requêtes de l'Hôtel. Suo compito era la supervisione dell'amministrazione e della giurisdizione delle province per conto del re.

Visti i suoi impegni giuridici e amministrativi, a Connan rimase poco tempo per l'attività intellettuale. La sua opera più importante, Commentaria iuris civilis, un commento sul diritto romano, iniziata nel 1540, rimase incompiuta, poiché l'autore morì all'età di 43 anni.

Opere modifica

 
Commentaria iuris civili, 1562

Note modifica

  1. ^ Langer, p. 121.

Bibliografia modifica

  • (DE) Stefanie Langer, Rechtswissenschaftliche Itinerarien – Lebenswege namhafter europäischer Juristen vom 11. bis zum 18. Jahrhundert, Francoforte sul Meno, Peter Lang, 2000, pp. 120-122, ISBN 978-3-631-36342-3.
  • (DE) Gerhard Köbler, Lexikon der europäischen Rechtsgeschichte, Monaco di Baviera, C.H. Beck, 1997, p. 82, ISBN 978-3-406-42796-1.

Altri progetti modifica

Controllo di autoritàVIAF (EN5724972 · ISNI (EN0000 0000 8085 5009 · SBN BVEV020684 · BAV 495/126697 · CERL cnp00000407 · LCCN (ENno2017117727 · GND (DE118676741 · BNF (FRcb10496506m (data)