Apri il menu principale

Francesco Barbavara (... – Milano, ...tra il 1413 e il 1415) fu il Primo camerario del Duca di Milano Gian Galeazzo Visconti e poi membro del consiglio di reggenza del Ducato[1].

BiografiaModifica

Proveniente da una famiglia nobile della Lomellina, il Barbavara fu tenuto in gran conto dal Duca Gian Galeazzo per la sua esperienza nelle questioni finanziarie. Alla morte del Duca, il Barbavara divenne un membro autorevole del consiglio della duchessa reggente, Caterina Visconti, che lo ricompensò con i titoli di Conte di Valsesia e di Pietre Gemelle nel 1403. Lo stesso anno però dovette lasciare Milano in seguito ad una rivolta popolare, rifugiandosi ad Asti. Già l'anno seguente però rientrò trionfalmente nella capitale lombarda, richiamato dalla Duchessa Caterina. Giovanni Maria Visconti e Filippo Maria Visconti, lo accusarono però di tradimento e lo cacciarono di nuovo, perciò il Barbavara si ritirò nei suoi domini in Valsesia. Dopo la morte del duca Giovanni Maria nel 1412 il Barbavara si riconciliò con il nuovo duca Filippo Maria e rientrò a Milano, dove morì alcuni anni dopo.

NoteModifica

BibliografiaModifica