Francesco Ferrara (abate)

scienziato italiano

Francesco Ferrara (Trecastagni, 2 aprile 1767Catania, 12 febbraio 1850) è stato uno scienziato italiano.

Di umili origini studiò al Seminario di Catania. Nel 1786 ottenne la laurea in filosofia e medicina all'Università di Catania ma continuò gli studi delle scienze matematiche, dell'architettura, la botanica, la lingua e la letteratura greca e la chimica sotto la guida di illustri maestri di cui fece ampia menzione nella sua Storia di Catania.
Fu ordinato sacerdote nel 1792, e nel 1801 (4 novembre) assistì assieme ad altri prelati al battesimo di Vincenzo Bellini[1], nella chiesa di San Francesco Borgia.
Ebbe la cattedra di Fisica all'Università di Catania. Successivamente quella di Storia naturale a Palermo. Rientrato a Catania ottenne la cattedra di Lingua greca e di Archeologia.
Nel 1834 compilò una sentita biografia sul fratello Alfio (Trecastagni, 1777-1829)[2], medico e chirurgo per le truppe inglesi.
In riconoscimento dei servizi resi alla scienza fu insignito del Reale Ordine da Francesco I e del titolo di Regio Storiografo della Sicilia. Fu membro di varie Accademie di Europa e d'America e Regio intendente delle antichità di Sicilia.

Fu chiamato « il Plinio siciliano »[3]. Morì il 12 febbraio 1850.

Le opereModifica

NoteModifica

  1. ^ Lorenzo Coco Grasso, Della vita e delle opere del Prof. Francesco Ferrara, celebre naturalista e letterato siciliano. Discorso storico-critico, Palermo, Tip. Barcellona, 1850.
  2. ^ Francesco Ferrara, Alfio Ferrara (voce), in Biografia degli Italiani illustri nelle scienze, lettere ed arti del secolo XVIII e de' conteporanei, a cura di Emilio De Tipaldo, Venezia, 1834, vol.1, pp.113-115. Biografia poi riapparsa, senza la firma dell'Autore, in Nuova Enciclopedia Popolare Italiana ovvero Dizionario generale di scienze, lettere, arti, storia, geografia, ecc. ecc., vol. VIII, Torino, Società L'Unione Tipografica Editrice, 1867; in Nuova Enciclopedia Italiana; ovvero, Dizionario generale di scienze, lettere, industrie, ecc. 6. ed., corredata di numerose incisioni intercalate nel testo e di tavole in rame, ampliata nelle parti scientifiche e tecnologiche, e accuratamente riveduta in ogni sua parte secondo i più moderni perfezionamenti..., Torino, Unione tipografico-editrice torinese, 1880; in Enciclopedia Universale Illustrata, vol. 4: E-F, Milano, F. Vallardi, 1887-1899.
  3. ^ Giuseppe Ganci Battaglia, Storia di Sicilia: (dalle origini all'autonomia): letteratura, arte, vita economica, folklore, tradizioni, G. Denaro, Palermo, 1965.

Collegamenti esterniModifica