Franz Kneisel (Bucarest, 26 gennaio 1865New York, 26 marzo 1926) è stato un violinista e docente romeno naturalizzato statunitense.

Kneisel Quartet, 1890 ca.

BiografiaModifica

Franz Kneisel nacque a Bucarest da genitori tedeschi.[1] Dopo essersi diplomato al Conservatorio di Bucarest nel 1879[2] si recò a Vienna dove continuò gli studi con Jakob Grün e Joseph Hellmesberger fino al 1882; l’anno dopo diventò la spalla all'Hoftheater, e nel 1884 occupò la stessa posizione nella Bilsesche Kapelle di Berlino.[3] Nell'ottobre 1885 decise di trasferirsi negli Stati Uniti, dopo essere stato ingaggiato dal direttore Wilhelm Gericke, come la spalla della Boston Symphony Orchestra. Mantenne l’incarico per i successivi 20 anni, esibendosi anche come solista in molti concerti e dando le prime esecuzioni americane dei concerti di Brahms e Karl Goldmark, così come la prima esecuzione del Concerto n. 1 di Gustav Strube. Poco dopo il suo arrivo a Boston, ha fondato il Quartetto Kneisel (1885-1917)[4] con altri strumentisti della Boston Symphony Orchestra. Il Quartetto effettuò le première americane del quartetti di Brahms e Dvořák.[1] Nel 1905 si trasferì a New York per diventare direttore e docente del dipartimento di violino dell’Institute of Musical Art[5], dove insegnò sino agli ultimi anni.

Ha composto un Grand Concert Etude, una serie di studi tecnici e pubblicato diverse trascrizioni. Kneisel è stato l'insegnante di molti violinisti statunitensi tra i quali, Lillian Fuchs, Robert Talbot, Joan Field e Vera Fonaroff, Samuel Gardner, Elias Breeskin, Sascha Jacobsen, Michael Gusikoff, Jacques Gordon, Joseph Fuchs, William Kroll, Louis Kaufman[6]

ComposizioniModifica

  • Grand Etude de Concert (Moto perpetuo) per violino e pianoforte, New York, Schirmer, 1912 (To Miss Lillian P. Bliss)
  • The Kneisel Collection for violin and piano - Selections from the Masters, Old and New, Edited by Frabz Kneisel, [30 pieces in 3 volumes], Cincinnati, The John Church Company, 1908

NoteModifica

  1. ^ a b Henry Roth, Violinists in Performance, Los Angeles, Panjandrum Books, 1987, p. 170
  2. ^ Le fonti consultate non indicano i suoi professori
  3. ^ Denominata anche Bilse Orchestra; poco dopo rifondata come Berliner Philharmoniker
  4. ^ Cfr. Alberto Bachmann, An Encyclopedia of the Violin, p. 295
  5. ^ In seguito denominato Juilliard School of Music
  6. ^ Un profilo biografico degli ultimi sei allievi è contenuto in Henry Roth, Kneisel and his Pupils, in Great Violinists in Performance, Critical Evaluations of over 100 Twentieth-Century Virtuosi, Los Angeles, Panjandrum Books, 1987, pp. 170-179

ScrittiModifica

  • Principles of Bowing and Phrasing: Hints to Serious Violin Students, New York, C. Fischer, 1925

BibliografiaModifica

  • Alberto Bachmann, An Encyclopedia of the Violin, introduzione by Eugène Ysaÿe; tr. by Frederick H. Martens; versione inglese a cura di Albert E. Wier, New York, 1925; rist. Mineola-New York, Dover publications, 2008, p. 295
  • Frederick Martens, Violin Mastery, New York, Stokes, 1919; rist. New York, Dover, 2006, pp. 67-76
  • Henry Roth, Kneisel and his Pupils, in Great Violinists in Performance, Critical Evaluations of over 100 Twentieth-Century Virtuosi, Los Angeles, Panjandrum Books, 1987, pp. 170-179

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN42027935 · ISNI (EN0000 0000 8376 3097 · LCCN (ENno93037836 · GND (DE116251530 · BNF (FRcb139270723 (data) · WorldCat Identities (ENno93-037836