Günther Blumentritt

generale tedesco
Günther Blumentritt
NascitaMonaco di Baviera, 10 febbraio 1892
MorteMonaco di Baviera, 12 ottobre 1967
Dati militari
Paese servitoGermania Impero tedesco
Germania Repubblica di Weimar
Flag of Germany (1935–1945).svg Germania nazista
Forza armataWar Ensign of Prussia (1816).svg Königlich-Preußische Armee
War Ensign of Germany (1922–1933).svg Reichswehr
War Ensign of Germany (1938–1945).svg Wehrmacht
ArmaHeer
Anni di servizio1911-1945
GradoGeneral der Infanterie
GuerrePrima guerra mondiale
Seconda guerra mondiale
Comandante diXII SS-Armeekorps
25. Armee
1. Fallschirmarmee
Heeresgruppe Blumentritt
DecorazioniCroce di Cavaliere della Croce di Ferro con Fronde di Quercia
"fonti nel corpo del testo"
voci di militari presenti su Wikipedia

Günther Blumentritt (Monaco di Baviera, 10 febbraio 1892Monaco di Baviera, 12 ottobre 1967) è stato un generale tedesco della Wehrmacht durante la Seconda guerra mondiale.

BiografiaModifica

Blumentritt iniziò la propria carriera nell'esercito imperiale tedesco poco prima dell'inizio della prima guerra mondiale; durante il conflitto venne impiegato sul fronte orientale in Prussia.

Tra le due guerre mondiali, servì sotto Wilhem von Leeb dove conobbe Erich von Manstein col quale mantenne un rapporto d'amicizia per tutta la vita.

Nel 1939, Blumentritt venne nominato colonnello e capo delle operazioni agli ordini del generale Gerd von Rundstedt nel gruppo d'armate sud, mentre von Manstein divenne capo di stato maggiore. Blumentritt e von Manstein furono i due ufficiali che si occuparono fisicamente di redigere un piano d'operazioni per l'invasione della Polonia che diede poi inizio al conflitto nel settembre di quell'anno. Dal 1940 venne trasferito sul fronte occidentale dove prese parte alla battaglia di Francia agli ordini del generale Günther von Kluge, col quale divenne capo di stato maggiore della IV armata.

Nel 1941, Blumentritt, nominato generale, prese parte all'Operazione Barbarossa, malgrado si fosse dichiarato apertamente contrario ad un'invasione dell'Unione Sovietica su vasta scala. Tornò in Germania nel 1942 dove gli venne assegnato l'incarico di capo dell'OKH. Nel 1942, chiese ed ottenne di potersi portare nuovamente sul fronte orientale e contribuì alla guerra suggerendo il ritiro delle truppe tedesche da Stalingrado. Hitler in persona rifiutò questo suo consiglio.

Nel 1944, con lo sbarco in Normandia, Blumentritt ed i suoi uomini vennero respinti dalle truppe inglesi del 30º corpo agli ordini del generale Brian Horrocks.

Blumentritt venne implicato nel complotto del 20 luglio 1944 contro Hitler. All'epoca dei fatti egli era capo di stato maggiore del maresciallo von Rundstedt. Dal 21 luglio al 6 agosto 1944 venne trasferito in Francia, ma venne poi temporaneamente sollevato dai suoi incarichi per quanto Hitler non lo ritenesse direttamente coinvolto nel progetto per assassinarlo. Nel settembre del 1944, venne trasferito al comando del 12° SS-Korps. Al termine dell'operazione Blackcock, venne nominato comandante della XXV Armee. Nel marzo del 1945, Blumentritt assunse per breve tempo il comando della I. Armee di paracadutisti e poi il comando dell'Armeegruppe Blumentritt.

Blumentritt venne catturato dagli inglesi il 1º giugno 1945 nello Schleswig-Holstein. Portato prigioniero in un campo di prigionia britannico, venne trasferito in uno americano dal 6 novembre di quello stesso anno, luogo ove rimarrà sino al 1º gennaio 1948.

Una volta liberato si ritirò a vita privata, morendo a Monaco di Baviera nel 1967. Prese parte come consulente militare alla realizzazione del film Il giorno più lungo, dove il suo ruolo fu interpretato da Curd Jürgens.

OnorificenzeModifica

  Croce di Ferro di II Classe
  Croce di Ferro di I Classe
  Distintivo per feriti in ferro
  Cavaliere con spade dell'Ordine Reale di Hohenzollern
  Croce di III Classe con spade dell'Ordine della Croce d'Onore di Schwarzburg-Sondershausen (Principato di Schwarzburg-Sondershausen)
  Croce d'onore della Grande Guerra
  Fibbia 1939 alla croce di ferro di I classe
  Fibbia 1939 alla croce di ferro di II classe
  Croce di Cavaliere della Croce di Ferro con Fronde di Quercia
  Medaglia d'oro dell'Ordine militare della Croce Tedesca
  Medaglia del fronte orientale
  Medaglia di I classe di lungo servizio militare nella Wehrmacht

BiografiaModifica

  • (DE) Fellgiebel, Walther-Peer (2000). Die Träger des Ritterkreuzes des Eisernen Kreuzes 1939-1945. Friedburg, Allemagne: Podzun-Pallas. ISBN 3-7909-0284-5.
  • (DE) Veit Scherzer, Die Ritterkreuzträger : die Inhaber des Ritterkreuzes des Eisernen Kreuzes 1939-1945 von Heer, Luftwaffe, Kriegsmarine, Waffen-SS, Volkssturm sowie mit Deutschland verbündeter Streitkräfte nach den Unterlagen des Bundesarchivs, Ranis/Jena, Scherzers Militaer-Verlag, 2007, ISBN 3-938845-17-1, OCLC 891773959.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN23071078 · ISNI (EN0000 0001 1607 3624 · LCCN (ENn85154860 · GND (DE124316360 · BNE (ESXX1206703 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n85154860