Gandovere
Stato Italia Italia
Regioni Lombardia Lombardia
Province Provincia di Brescia
Comuni Ome, Rodengo-Saiano, Castegnato, Roncadelle, Castel Mella, Azzano Mella
Lunghezza 34[senza fonte] km
Nasce Martignago di Ome, Valle di Ome, Foina di Monticelli Brusati[senza fonte]
Sfocia Mella e roggia Gambaresca

Nella provincia di Brescia esistono due corsi d'acqua chiamati Gandovere: il torrente Gandovere[1](che nel territorio di Roncadelle prende il nome di fosso Gandovere[2]) ed il vaso Gandovere[3].

Indice

IdronimoModifica

Il nome "Gandovere" deriva da mescolanze linguistiche vagamente celtiche e latine[senza fonte]. Fin dal Medioevo, il nome del torrente era noto con il nome di "Candubrium"[senza fonte].

Corso del torrenteModifica

La parte montana del torrente Gandovere è divisa in due tratti principali:

Un ramo nasce da alcuni bacini che convogliano le acque piovane posti al confine tra i comuni di Ome e Brione (Valle del Faeto, Valle del Fuss, Valle Gozze, Valle Vecchia)[4], il suo corso principale inizia nella valle ai piedi del Dosso delle Cariole[1] ed attraversa Ome.

L'altro ramo del torrente, invece, origina nella Valle della Croce di Monticelli Brusati, attraversa l'abitato e successivamente scorre ai piedi del monte Delma.[5][6]

Nei pressi della rotonda bivo della SP 46 con la SP 47 bis i due tratti si riuniscono. Il corso d'acqua attraversa quindi il comune di Rodengo Saiano e quello di Gussago dove, per mezzo di un partitore posto nei pressi della ex SS 510, si biforca. Il ramo sinistro scorre in un canale artificiale a fianco della strada (ex SS 510) fino a confluire nella roggia Mandolossa.[1][4] Il ramo destro attraversa i comuni di Castegnato, Roncadelle ed infine, a Torbole Casaglia, spaglia ed una parte delle sue acque vengono intercettate dalla roggia Quinzanella.[7]

Corso del vasoModifica

Il vaso Gandovere è un canale artificiale che origina da una presa sulla roggia Mandolossa in località Cizzanello e riceve le acque del vaso Troglio (canale che nasce a Roncadelle anch'esso da una presa sulla roggia Mandolossa). Scorre poi nel comune di Azzano Mella dove, a nord di Pontegatello, si derivano alcuni scaricatori che confluiscono in seguito nel fiume Mella. Infine, a Corticelle Pieve, nel comune di Dello, sfocia nella roggia Gambaresca.[3]

NoteModifica