Gatto Gayer-Anderson

Gatto di Gayer-Anderson
British Museum Egypt 101-black.jpg
Il Gatto Gayer-Anderson esposto al British Museum di Londra
Autoresconosciuto
Datacirca 664–332 A.C.
MaterialeFusione a cera persa
Altezza42 cm cm
UbicazioneBritish Museum, Saqqara

Il gatto egizio detto Gatto Gayer-Anderson è un manufatto votivo risalente al Periodo tardo dell'Egitto che il Pascià Robert Grenville Gayer-Anderson donò al British Museum.[1].

DescrizioneModifica

La statuetta è una rappresentazione della dea Bastet in bronzo ed oro. Il gatto è ricoperto di ornamenti protettivi come l'amuleto wadjet e due scarabei, rispettivamente sul capo e sul petto. Gli orecchini e l'anello al naso sembrano essere stati aggiunti in altre epoche.[2].

Nel Museo Gayer-Anderson[3] al Cairo è conservata una copia della statua.

NoteModifica

  1. ^ (EN) The Gayer-Anderson Cat, su British Museum. URL consultato il 28 febbraio 2018.
  2. ^ (EN) Oakes, Lorna, and Lucia Gahlin. Ancient Egypt: An Illustrated Reference to the Myths, Religions, Pyramids and Temples of the Land of the Pharaohs. (p. 229) Barnes & Noble, September 2003. ISBN 978-0-7607-4943-2.
  3. ^ (EN) Gayer-Anderson Cat, Ancient Egypt.co.uk, retrieved 6 December 2014

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica