Gemdet Nasr

sito archeologico in Iraq

Gemdet Nasr (o anche Jemdet Nasr) è un sito archeologico nella provincia di Babil in Iraq, situato a nordest di Babilonia e Kish e a est di Kutha.

Gemdet Nasr
Sitting bull Louvre AO7021.jpg
Statuetta di marmo nero (originariamente intarsiata) di un toro seduto, trovata a Uruk, Periodo di Gemdet Nasr (ca. 3000 a.C.). Conservata al Museo del Louvre, Parigi.
CiviltàCiviltà sumera
UtilizzoCittà
EpocaIII millennio a.C.
Localizzazione
StatoIraq Iraq
CittàKutha
Dimensioni
Superficie15 000 
Altezza2.9 e 3.5
Scavi
Date scavi1926-1928 (Stephen Langdon)
1988-1989 (Roger J. Matthews)
ArcheologoStephen Langdon
Roger J. Matthews
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Iraq
Gemdet Nasr
Gemdet Nasr
Localizzazione di Gemdet Nasr in Iraq.

StoriaModifica

Gemdet Nasr è un tipico sito della Età del bronzo antico del sud della Mesopotamia. Dal sito prende il nome la cosiddetta Cultura di Gemdet Nasr (o Periodo di Gemdet Nasr, fase tarda del Periodo Predinastico in Mesopotamia), fiorita intorno agli anni 3100 a.C. - 2900 a.C.

È durante il periodo di Gemdet Nasr che la scrittura fece la sua comparsa nel sud della Mesopotamia. I primi sigilli cilindrici cominciarono ad essere usati proprio in questo periodo. Contemporaneamente iniziò anche la cosiddetta Rivoluzione urbana e vari insediamenti si svilupparono fino a diventare le principali città.

ArcheologiaModifica

 

Il sito di Gemdet Nasr fu esplorato a partire dal 1926 e 1928 da un gruppo di archeologi Inglesi e Americani guidati da Stephen Langdon. Gli oggetti ritrovati furono divisi fra l'Ashmolean Museum della Università di Oxford e l'Iraq Museum di Baghdad relativamente agli oggetti epigrafici, mentre molte ceramiche finirono al Field Museum in Chicago.[1]

Secondo gli standard odierni, i reperti ritrovati furono scarsamente documentati e non adeguatamente analizzati e pubblicati. Uno sforzo è stato fatto a posteriori per documentare meglio il sito e per rendere pubbliche le informazioni provenienti dagli scavi e dagli oggetti di interesse archeologico lì ritrovati.[2]

Gli scavi del sito furono successivamente ripresi nel 1988 e 1989 da Roger J. Matthews e altri.[3][4][5]

Gli archeologi scoprirono un vasto edificio contenente un archivio di testi protocuneiformi su argilla con stampigli provenienti da Sigilli cilindrici. La ceramica, di tipo dipinta policroma, trovata nel sito è stata molto utile per determinare i livelli relativi al periodo di Gemdet Nasr in altri siti.

Il periodo di Gemdet Nasr è ritenuto dall'archeologo R. J. Matthews molto più corto, al più un secolo, del classico periodo 3200 a.C. - 2900 a.C. indicato dalla vecchia letteratura scolastica. La cultura di Gemdet Nasr fu preceduta dalla Periodo protoliterate B (3200 a.C. - 3100 a.C.) e fu contemporaneo con la cultura detta "Ninivita 5" (Alta Mesopotamia e Siria) e con la Cultura Proto-elamita dell'Iran occidentale. Per la storiografia classica rappresenta la fase finale del Neolitico nel sud della Mesopotamia e precede l'inizio della Storia dei Sumeri propriamente detta con il periodo detto "Protodinastico" (2900-2350 a.C.) propriamente detto.

NoteModifica

  1. ^ [1] Ernest Mackay, Report on Excavations at Jemdet Nasr Iraq, Field Museum of Natural History Anthropology Memoirs, vol 1, no 1, Field Museum Press, 1931.
  2. ^ Roger Mathews, Defining the Style of the period: Jemdet Nasr, Iraq, Vol 54, pp. 1-34, 1992.
  3. ^ Roger Matthews, Excavations at Jemdet Nasr 1988, Iraq 51, pp 225-248, 1989
  4. ^ Roger Matthews, Excavations at Jemdet Nasr 1989, Iraq 52, pp 25-39, 1990.
  5. ^ Roger Matthews, Jemdet Nasr: the Site and the Period, Biblical Archaeologist 55, pp 196-203, 1992.

BibliografiaModifica

  • Robert K. Englund, The Proto-Cuneiform Texts from Jemdet Nasr 1, Mann Verlag, Gebrueder, 1991, ISBN 3-7861-1646-6 ((EN) ])
  • Mario Liverani, Antico Oriente: storia, società, economia, Roma-Bari, Laterza, 2009, ISBN 978-88-420-9041-0.
  • Roger Matthews, Secrets of the Dark Mound: Jemdet Nasr 1926-1928, Iraq Archaeological Reports 6, Aris & Phillips Ltd., 2002, ISBN 0-85668-735-9 (EN)

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN236854988 · GND (DE4130958-3
  Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia