Apri il menu principale

George E. Howard (...) è un ebraista statunitense, noto per la sua pubblicazione di una vecchia edizione in ebraico del vangelo di Matteo.

BiografiaModifica

È professore emerito nel dipartimento di Religione dell'Università della Georgia. Dal 1984 al 1999 è stato direttore del dipartimento.[1][2].

E' stato autore di due ipotesi controverse. La prima suppone che la prima redazione dei vangeli contenesse il tetragramma biblico, IHWH, al posto del titolo Kyrios (= "Il Signore"), testimoniato da tutti i manoscritti del Nuovo Testamento. L'ipotesi di Howard, accettata da testimoni di Geova come Gerard Gertoux, è stata contestata da altri studiosi, fra cui Robert Wilkinson.[3]

La seconda riguarda il testo ebraico del vangelo di Matteo, completo ma frammisto a commenti polemici, che è contenuto nel XII capitolo del trattato anti-cristiano La pietra di paragone, scritto del XIV secolo (1380-85) da Shem-Tob ben-Isaac ben-Shaprut, un medico ebreo vivente in Aragona. Howard affermò che esso conterrebbe parti originali di un antico vangelo perduto. Altri studiosi, fra cui William Horbury, professore di "Jewish and Early Christian Studies" all'università di Cambridge, hanno respinto questa ipotesi e affermano che il testo di Shem-Tob sarebbe soltanto una traduzione rabbinica di una versione latina medievale del vangelo di Matteo.[4][5][6][7][8]

OpereModifica

  • Kaige Readings in Josephus, Textus 8 (1973) p. 45-54,
  • The Tetragram and the New Testament Journal of Biblical Literature Vol. 96, No. 1 (Mar., 1977), pp. 63-83.[1]
  • The Name of God in the New Testament, Biblical Archeology Review Vol. 4 No. 1 March 1978.[9]
  • Paul: Crisis in Galatia: A Study in Early Christian Theology, Society for New Testament Studies Monograph Series 35, 1979, revised digital edition:2004.
  • "Tetragrammaton in the New Testament". The Anchor Bible Dictionary, Volume 6, Edited by David Noel Freedman Anchor Bible: New York. 1992 ISBN 978-0385261906
  • The Gospel of Matthew according to a Primitive Hebrew Text, Macon, GA: Mercer University Press, 1987.[10]
  • Hebrew Gospel of Matthew article in Eerdmans Dictionary of the Bible 2000 p. 874
  • Hebrew Gospel of Matthew, Mercer University Press, Jul 1, 2005

NoteModifica

  1. ^ UGA Department of Religion Faculty List, su uga.edu. URL consultato il 31 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 10 settembre 2011).
  2. ^ George Howard The Tetragram and the New Testament Journal of Biblical Literature Vol. 96, No. 1 (Mar., 1977), pp. 63-83
  3. ^ Robert J. Wilkinson, Tetragrammaton: Western Christians and the Hebrew Name of God., Brill, 2015, pp. 91-96.
  4. ^ Horbury W.,"The Hebrew Matthew and Hebrew Study" in Hebrew study from Ezra to Ben-Yehuda, edited by Howard W., Bloomsbury T&T Clark 1999, p.128.
  5. ^ Horbury W., Jews and Christians, 2006, p.40
  6. ^ Horbury W., review Journal of Jewish Studies 47 (1996)
  7. ^ Horbury W., Appendix in Matthew 19-28, International Critical Commentary, Matthew vol.3, ed. William David Davies, Dale C. Allison
  8. ^ Maurice Casey, Aramaic Sources of Mark's Gospel, 1998, p. 61: "the Evan Bohan, a fourteenth-century Jewish anti-Christian treatise by Shem-Tob ben-Isaac ben-Shaprut; p.208: "Howard's only points of substance are that some of the translation is older than the treatise of Shem-Tob"
  9. ^ BAR 4(1) Issue TOC
  10. ^ p xvi "Book twelve of the treatise contains the entire Gospel of Matthew in Hebrew along with polemical comments by Shem-Tob ... A comparison of this old substratum with the canonical Greek text suggests that the Hebrew reflects a Jewish."
Controllo di autoritàVIAF (EN111179347 · ISNI (EN0000 0000 8177 5449 · LCCN (ENn78000800 · WorldCat Identities (ENn78-000800