Giacinto Fabbroni

pittore italiano

Giacinto Fabbroni (Prato, 1711Firenze, 1783) è stato un pittore italiano.

Affreschi nel refettorio del collegio Cicognini a Prato.

BiografiaModifica

Fu allievo nella bottega del pratese Pier Simone Vannetti, poi si trasferì a Bologna presso Donato Creti, dove stette dieci anni.

Tornato in patria, nel 1739 è nota una sua prima opera, il Ritratto di Francesco Stefano di Lorena nel palazzo Comunale di Prato. In seguito si stabilì a Firenze, specializzandosi in dipinti a tema sacro, per la città e il contado. In queste opere si nota uno stile che coniuga i modi bolgnesi con gli indirizzi accademici fiorentini.

Dal 1750 in poi il Fabbroni fu anche un attivo frescante, spesso in cantieri retti da suo fratello architetto Pier Giovanni, sia in chiese che in palazzi privati.

Mantenne il suo stile, con un buon livello qualitativo, fin nella vecchiaia.

BibliografiaModifica

  • Sandro Bellesi, Catalogo dei pittori fiorentini del '600 e '700, Polistampa, Firenze 2009.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàCERL cnp00617552